Il Miur ha emanato lo scorso venerdì 21 settembre 2018 la nota per disciplinare l’anno di prova dei docenti neo-immessi in ruolo del terzo anno FIT. Gli elementi che caratterizzeranno l’anno di prova FIT sono, per grandi linee, gli stessi previsti per i docenti neo-assunti in ruolo da graduatorie ad esaurimento e da concorso 2018.

La formazione neoassunti FIT

Tutti i docenti neo-assunti, inclusi quelli neo-immessi da concorso 2018, per poter essere valido l'anno di prova e formazione dovranno svolgere almeno 180 giorni di servizio effettivamente prestato e 120 giorni di attività didattiche. I 180/120 giorni possono essere proporzionalmente ridotti per i docenti neo-assunti in servizio con contratti part-time.

Pubblicità

La formazione FIT prevede che, con la collaborazione del tutor, si rediga la progettazione didattica annuale. Inoltre dovrà essere elaborato un progetto di ricerca-azione e di verifiche in itinere. I docenti in anno di prova FIT dovranno predisporre il portfolio professionale in formato digitale all'interno della piattaforma dedicata dell'Indire (la quale si aprirà nel mese di novembre 2018). Tale documento finale dovrà contenere i seguenti documenti:

  • bilancio iniziale e finale delle competenze;
  • il curriculum formativo;
  • la progettazione didattica annuale;
  • il progetto di ricerca-azione delle esigenze di formazione;
  • verifiche in itinere, a cui sono dedicate almeno 24 ore di osservazione in classe a cura del tutor;
  • predisposizione del portfolio professionale

L'intero percorso formativo e il portfolio professionale saranno oggetto di valutazione nel colloquio finale dinanzi alla Commissione e non al Dirigente scolastico (cosi come avviene per tutti gli altri docenti neo-assunti).

Il periodo utile per il colloquio finale andrà dal termine delle attività didattiche e la conclusione dell’anno scolastico. La Commissione esprimerà il parere sul superamento o meno dell' anno di prova del docente FIT secondo quanto previsto dall’art.10 comma 5 del D.M. 984/2017. Il colloquio finale potrà essere rinviato una sola volta per gravi motivi previsti dalla legge come, ad esempio, gravi motivi di salute. L'assenza non motivata comporta il non superamento dell'anno di prova. Nel caso un docente FIT rinvii l'anno di prova per motivi validi, dovrà comunque svolgere il colloquio non oltre il 30 giugno dell’anno scolastico successivo.

Pubblicità