Annuncio
Annuncio

Tra i vari concorsi di cui è stato ricco l'anno 2018 nel settore scolastico, spicca sicuramente quello tanto atteso per Dsga. Nel frattempo, questa mattina, giovedì 18 ottobre, si è conclusa la prova scritta del concorso per Dirigenti Scolastici, nel prossimo mese di novembre dovrebbe uscire il bando di concorso straordinario infanzia e primaria. Inoltre, come affermato dal ministro dell'Istruzione Marco Bussetti, nel corso di un'intervista, in arrivo c'è anche il bando di concorso per Direttore dei servizi generali e amministrativi (Dsga), tra le altre cose, responsabile della contabilità e degli adempimenti fiscali. I posti che dovrebbero essere messi a bando per tale figura sono 2004, con 400 incrementabili in base alla disponibilità. Vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti d'accesso, tra cui troviamo il diploma di laurea in giurisprudenza.

Annuncio

I requisiti d'accesso: concorso Dsga

L'accesso al concorso Dsga è riservato a coloro sono in possesso di laurea specialistica (LS) 22, 64, 71, 84, 90 e 91; o laurea magistrale (LM) corrispondente a quelle specialistiche; oppure diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, sociali o amministrative, economia e commercio. Possono partecipare anche gli assistenti amministrativi che al 01/01/2018 abbiano maturato tre anni di servizio negli ultimi 8 nelle mansioni di direttore dei servizi generali ed amministrativi, anche in mancanza di requisito culturale.

Per questo concorso i titoli culturali valutati vanno dalla laurea di accesso, al dottorato, ai master, nonché il servizio, fino ad un massimo di 4 punti. Inoltre, la procedura concorsuale dovrebbe prevedere una prova scritta ed una orale. In base a ciò che riporta Orizzonte Scuola, in possesso di una bozza del decreto, gli argomenti previsti per la prova scritta riguardano: materie di diritto civile, del lavoro, costituzionale, diritto amministrativo, contabilità pubblica e gestione delle istituzioni scolastiche.

Annuncio

Gli argomenti della prova orale, che dovrebbe avere una durata massima di 45 minuti verteranno su argomenti di diritto penale e legislazione scolastica, finalizzate anche all'accertamento delle competenze informatiche e delle tecnologie. Prima della prova scritta ed orale, ci sarà una prova pre- selettiva computer based, unica su territorio nazionale. Essendo, il concorso su base regionale o interregionale è utile sapere che le province con maggiore disponibilità si troverebbero al nord Italia.