E' davvero questione di giorni, ormai per la pubblicazione del bando di concorso nella Gazzetta Ufficiale, che metterà il via alla fase della presentazione delle domande per la partecipazione al concorso straordinario infanzia e primaria. Come anticipato nella giornata di ieri 23 ottobre 2018 ai sindacati, la probabile data della pubblicazione dovrebbe essere il prossimo 5 novembre 2018. Ad ogni modo, i giorni per presentare la domanda saranno trenta.

Pubblicità
Pubblicità

Pertanto se il bando dovesse essere pubblicato il 5 novembre, le domande si potrebbero presentare fino a mercoledì 5 dicembre (precisiamo che queste date sono da confermare). La domanda andrà compilata online e sarà unica per infanzia e primaria, compreso o meno sostegno. Dovrà essere scelta la Regione in cui voler concorrere (la Regione potrà essere anche diversa da quella in cui si è presente in graduatoria).

Struttura del concorso straordinario

Il concorso straordinario, previsto dal decreto Dignità, è riservato ai docenti magistrali diplomatisi entro il 2001-02 e ai laureati in Scienze della Formazione Primaria.

Il requisito d'accesso a tale concorso sono due anni di servizio statale specifico prestato negli ultimi otto anni scolastici. Tale concorso non prevede la prova scritta: al suo posto ci sarà una valutazione dei titoli in possesso (attribuibili massimo 20 punti) e anni di servizio svolti dai candidati (attribuibili massimo 50 punti). Il punteggio totale, utile per l'inserimento delle graduatorie di merito, sarà dato anche dal voto ottenuto alla prova orale non selettiva (punteggio massimo attribuibile 30 punti).

Pubblicità

Si stima che parteciperanno a tale concorso oltre 12 mila candidati. La prova orale prevede inoltre una lezione simulata, preceduta da un’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute (la lezione simulata dovrò essere svolta in un tempo massimo di 30 minuti). Completa la prova orale il colloquio con la commissione, finalizzato all'accertamento della conoscenza della lingua straniera prescelta nella fase di domanda.

La prova orale sarà valutata in base ad una griglia di valutazione nazionale, dalla quale si evince l'importanza particolare data alla capacità di progettazione e alla padronanza dei contenuti trattati (per capacità di progettazione e contenuti infatti, sono attribuibili sino ad un massimo di otto punti).

Leggi tutto