Annuncio
Annuncio

Ieri, 11 ottobre 2018, è stata resa nota la bozza del decreto che regolamenterà il bando del concorso straordinario per infanzia e primaria. Caratteristiche di tale concorso sono la ristrettezza dei requisiti d'accesso e il fatto che esso non prevede una prova scritta, ma soltanto una orale. In sostituzione della prova scritta ci sarà una valutazione dei titoli e del servizio svolto [VIDEO]. La prova orale non selettiva si baserà sull'illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche adoperate per la preparazione di una "lezione simulata" (da svolgersi in 30 minuti).

La prova orale si concluderà con il colloquio, di una durata di 15 minuti, sui contenuti della lezione ed alcune domande finalizzate all'accertamento della lingua straniera. Vediamo nel dettaglio i titoli valutabili e punteggi attribuibili.

Advertisement

I titoli valutabili e punteggi attribuibili

La valutazione dei titoli insieme al servizio [VIDEO] svolto incideranno per un massimo di 70 punti sul punteggio finale, ulteriori 30 punti saranno attribuiti in base all'esito della prova orale di natura didattico-metodologica. Dalla bozza della tabella di ripartizione del punteggio dei titoli valutabili resa nota dal Miur, si evince una suddivisione dei titoli in quattro tipologie A, B, C e D. La tipologia A, si riferisce al punteggio per il titolo di accesso alla procedura concorsuale, sia su posto comune che su sostegno. La tipologia B, racchiude il punteggio per i titoli professionali, culturali e di servizio ulteriori rispetto al titolo d'accesso. Nel dettaglio nella prima voce della sezione B di tale tabella troviamo: "inserimento nella graduatoria di merito di un precedente concorso ordinario per titoli ed esami per lo specifico posto per ciascun titolo".

Advertisement

Nella bozza si legge, inoltre, che è stata prevista l'attribuzione di tre punti a chi è già in graduatoria per precedente concorso, sebbene, ci potrebbe essere un incremento di 0,50 punti. Indichiamo alcuni titoli presenti nella sezione B, che danno maggiori punteggi:

  • punti 5: dottorato di ricerca, abilitazione scientifica nazionale a professore di prima o seconda fascia, attività di ricerca scientifica;
  • punti 3: certificazione linguistica di livello C2, punti 2 per il livello C1;
  • punti 2,5: per diplomi o lauree abilitanti per le classi di concorso A-24 e A-25 per la lingua inglese; A-48 e A-49 per scienze motorie; A-29, A-30, A-55 e A-56 per l'ambito musicale (si valuta un solo titolo).

Completano la tabella dei titoli valutabili la sezione C riferita alle pubblicazioni e la sezione D riferita ai titoli di servizio.