Domani, lunedì 28 gennaio, sarà l'ultimo giorno utile per poter inviare la domanda di ammissione al concorso per la selezione di 2004 Direttori dei servizi generali e amministrativi delle scuole. Intanto, sono stati diffusi già i primi dati sulle domande presentate, le quali, alla data di mercoledì 23 gennaio, ammontano a 67.286. Di queste 50.103 risultano essere già perfezionate al sistema e 16.854 sono invece quelle ancora da validare. La regione dove è stato presentato il maggior numero di domande è stata la Campania, dove ammontano a 9702.

Pubblicità

Al secondo posto segue la regione Lombardia con 6897 istanze presentate. Friuli Venezia Giulia è stata, invece, la regione che ha evidenziato il maggior rapporto posti/domande pari a 11,786%: qui sono state presentate appena 543 domande. I dati, riferisce Orizzonte Scuola, sono stati diffusi da Portaleitaliano e poi confermati dal Miur.

Le domande presentate e le prove

La possibilità per i campani di poter vincere il concorso sarebbe dell’1,649%, considerato che i posti a bando sono 160 e le richieste d'iscrizione al concorso sono state numerose.

La percentuale di vincere il concorso aumenta in Lombardia, dove questa è del 6,53%. Dati i primi valori diffusi sulle domande presentate si può evincere che in quasi tutte le regioni ci sarà, probabilmente, una prova preselettiva. Tale prova sarà unica su tutto il territorio nazionale, i candidati dovranno rispondere a 100 domande a risposta multipla. La preselettiva si svolge se il numero delle domande supera di quattro volte quello dei posti disponibili, ma questo si può sapere solo una volta che le domande sono chiuse.

Pubblicità

I candidati che superano la prova preselettiva avranno accesso alla prova scritta, di cui la prima parte prevede di rispondere a sei quesiti a risposta aperta, nella seconda parte si dovrà risolvere una prova teorico-pratica. La prova scritta sarà ritenuta superata con il raggiungimento di 21 punti su 30. Infine, i candidati che superano lo scritto avranno accesso alla prova orale. Quest'ultima è finalizzata ad accertare la preparazione professionale del candidato, oltre che la capacità di risolvere un caso riguardante la funzione di Dsga.

Inoltre, il candidato nella prova orale dovrà dimostrare di possedere un'adeguata conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione, oltre che della lingua inglese attraverso la lettura e la traduzione di un testo scelto dalla commissione. Supereranno la prova orale i candidati che raggiungeranno un punteggio minimo di 21/30.