Si è scatenato il caos tra i docenti dopo la pubblicazione delle date della preselettiva del Tfa sostegno, tante le domande e i dubbi sui tempi di attivazione e sul programma di preparazione. L’unica cosa certa sono le date dei test preselettivi, 15 e 16 aprile, e i costi che già le prime Università hanno comunicato mediante avvisi, intorno ai 2.800 euro per la Specializzazione. Con la pubblicazione del decreto sappiamo che sono 14 mila i posti da suddividere nelle varie Regioni.

Costi Tfa sostegno Calabria

Ad organizzare le prove di accesso saranno i singoli Atenei e il bando prevede una prova preselettiva, uno scritto e una prova orale.

Pubblicità

Calabria e Puglia sono le Università che hanno già provveduto ad emanare singoli avvisi con le informazioni relative ai costi. Il Tfa Sostegno in Calabria chiede 125 euro per la preselettiva e 2.800 euro per il corso. Per il Tfa a Foggia ci vorranno 100 euro per la preselettiva e 2.816 per il corso. Entrambi gli Atenei hanno pubblicato le modalità di iscrizione. Le date confermate, dopo lo slittamento deciso dal Miur e comunicate dallo stesso, sono il 15 aprile per la Scuola dell’Infanzia e nel pomeriggio per la Primaria, mentre il 16 aprile si svolgerà il test per la Secondaria di Primo Grado e nel pomeriggio sarà il turno della Secondaria di Secondo Grado.

Tfa sostegno, iscrizioni aperte

L’Università della Calabria ha pubblicato, mediante avviso, le modalità di partecipazione alla prova preselettiva del Tfa sostegno. Per effettuare l’iscrizione al test c’è tempo dall’1 al 29 marzo alle ore 13:00 ed è necessario collegarsi alla piattaforma ESSE3. Le informazioni sulla piattaforma sono reperibili sul sito dell’Unical alla sezione "Sostegno". La piattaforma chiederà la conferma del pagamento del bollettino singolo per ogni test, e la ricevuta dovrà essere mostrata in sede di esame.

Pubblicità

Infine, per l’invio della domanda di partecipazione, sarà necessaria la dichiarazione dei titoli posseduti. Possono presentare domanda tutti i docenti già in possesso di un’abilitazione, i laureati in possesso dei 24 Cfu nelle discipline antropologiche, chi ha svolto negli ultimi otto anni tre annualità di servizio e, infine, tutti i docenti di ruolo. Gli Itp accedono con il diploma e possono partecipare alla preselettiva con riserva anche i docenti che hanno conseguito un’abilitazione all’estero e sono in attesa del riconoscimento.

Conseguire il titolo di sostegno non assicura il ruolo, ma la possibilità di inserirsi nella seconda fascia della graduatoria d’Istituto per le supplenze che, con Quota 100, secondo il presidente della Commissione Cultura, il prossimo anno saranno in aumento.