Si attende l’autorizzazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze (Mef) per il concorso della Scuola media inferiore e superiore. Intanto il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti si è pronunciato in merito alla tempistica di svolgimento. Il concorso per la scuola secondaria di primo e secondo grado dovrebbe essere bandito in estate, per poi far partire le prove in autunno, in modo da avere le prime assunzioni a partire dal mese di settembre 2020. I posti messi a bando saranno in totale 48.536, di cui 8.491 sul sostegno (per accedere ai posti sul sostegno è necessaria la specializzazione). Vediamo nel dettaglio quali sono le prove scritte ed orali previste per tale concorso ordinario.

Pubblicità

Le prove scritte ed orali del concorso scuola secondaria

Le prove previste per il concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado sono:

  • per posti comuni: due prove scritte ed una orale,
  • per posti di sostegno: soltanto una prova scritta ed una orale.

La prima prova scritta del concorso per posti comuni è orientata a valutare il grado di conoscenze e le competenze sulle discipline riguardanti la propria classe di concorso. I candidati che conseguiranno un punteggio minimo di sette decimi supereranno tale prova ed avranno accesso alla successiva. La seconda prova è orientata a valutare le conoscenze antropo-psico-pedagogiche e metodologie didattiche.

Il superamento di entrambe le prove permetterà di accedere alla prova orale. I candidati che affronteranno il concorso sui posti di sostegno dovranno affrontare una sola prova scritta, che mirerà a valutare le conoscenze, oltre che sulla pedagogia speciale anche sulla didattica d'inclusione (anche per tale prova, il punteggio minimo per superarla è di sette decimi). I candidati che supereranno la prova scritta avranno accesso a quella orale. Quest'ultima ha l'obiettivo di accertare quelle che sono le conoscenze possedute dai candidati sulle discipline della classe di concorso, che partecipano alla procedura concorsuale.

Pubblicità

Inoltre, durante la prova orale, la commissione verificherà anche la conoscenza di una lingua straniera europea almeno al livello B2 e l'informatica applicata alla didattica.

Si ricorda che in alcuni insegnamenti la prova orale ne comprende anche una pratica. I candidati che conseguiranno un punteggio minimo di sette decimi supereranno la prova e saranno inseriti nelle graduatorie di merito. Le prime assunzioni da queste graduatorie ci saranno a partire dal prossimo primo settembre 2020. I candidati assunti saranno assoggettati alla conferma del ruolo, pertanto, dovranno superare l'anno di prova e formazione.