Il Ministro della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, ha firmato il decreto con cui si annuncia l'avvio di una procedura concorsuale per l'assunzione di 1850 funzionari giudiziari. A tale numero, inoltre, si dovranno aggiungere circa 900 assistenti giudiziari, i quali verranno assunti attraverso lo scorrimento di graduatorie già preesistenti.

Secondo quanto affermato dal Ministro, l'obiettivo principale è quello di svecchiare la pubblica amministrazione, favorendo l'ingresso dei candidati più giovani, al fine di migliorare e soprattutto semplificare l'apparato burocratico anche mediante processi di digitalizzazione.

Pubblicità
Pubblicità

La Bongiorno ha affermato che questo approccio vuole rappresentare un cambio di rotta rispetto al passato, in cui hanno prevalso i tagli rispetto alle nuove assunzioni e che soluzioni analoghe verranno attivate anche per le altre amministrazioni centrali.

Funzionari giudiziari: caratteristiche e competenze

Come già precedentemente anticipato, il maxi concorso avrà ad oggetto la selezione di 1850 funzionari giudiziari. I funzionari giudiziari sono coloro che si occupano della gestione e dell'organizzazione delle cancellerie e delle segreterie dei tribunali.

E' a tutti gli effetti un dipendente dell'amministrazione giudiziaria e può essere collocato sia negli uffici centrali che in quelli periferici. Collabora a stretto contatto con i giudici ed ha un ruolo attivo nella giurisdizione, per cui le responsabilità dei funzionari giudiziari sono piuttosto elevate: a questo proposito è richiesto uno specifico titolo di laurea.

I funzionari giudiziari godono di una retribuzione annua che oscilla dai ventiquattromila ai ventisettemila euro: tuttavia, non essendo preclusa la possibilità di avanzare di grado fino a ricoprire ruoli dirigenziali, lo stipendio potrebbe addirittura aumentare.

Pubblicità

Requisiti per partecipare al concorso

Per poter partecipare alle procedure concorsuali, sarà necessario che i candidati siano in possesso di determinati requisiti. Come accennato precedentemente, uno dei requisiti fondamentali è rappresentato dal titolo di laurea in:

  • giurisprudenza,
  • scienze politiche,
  • economia.

Ulteriore requisito richiesto, inoltre, è il possesso della cittadinanza italiana e il non essere stati imputati/condannati per delitti non colposi.

Per conoscere nel dettaglio quali sono i requisiti di partecipazione, le modalità di candidatura e di svolgimento delle prove concorsuali, sarà necessario attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando di concorso che dovrebbe avvenire nei prossimi mesi.

Leggi tutto