In arrivo 15 mila assunzioni da parte di Ferrovie dello Stato nei prossimi 5 anni. E’ questo uno dei punti del piano industriale 2019-2023 presentato dall’amministratore delegato Gianfranco Battisti che ha annunciato, nel periodo, 58 miliardi di investimenti che comprenderanno l’acquisto di 14 nuovi Frecciarossa 1000 ed investimenti al Sud e per il comfort dei pendolari e la puntualità dell’Alta Velocità e dei treni regionali.

In arrivo 15 assunzioni Fs, 5 mila posti di lavoro già nel 2019

Il nuovo piano industriale del Gruppo Fs è stato illustrato dall’ad Battisti alla presenza del primo ministro, Giuseppe Conte, e dei ministri, Giovanni Tria e Danilo Toninelli.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta, secondo le parole di Battisti, di un piano ad ampio respiro che persegue l’obiettivo fondamentale dello sviluppo sociale del Paese, come testimoniano le 15 mila assunzioni dirette previste nel periodo di attuazione del piano, 5 mila delle quali da attuare già entro la fine del 2019. Le selezioni per le assunzioni annunciate sono già iniziate attraverso la sezione ‘Lavora con noi’ del sito aziendale alla quale sono affidate le campagne di ricerca, unitamente agli ‘Fs Recruiting day’ dedicati ai giovani laureati organizzati periodicamente.

I posti di lavoro che si renderanno disponibili saranno infatti pubblicati di volta in volta sulla pagina web del gruppo, sulla quale è sempre possibile inserire la propria candidatura spontanea, in attesa che si rendano disponibili Offerte di lavoro compatibili con il proprio profilo.

Attualmente sono attive offerte di Lavoro per Capi stazione e Tecnici gestione lavori, figura per le quali è richiesto il possesso del diploma di scuola media superiore.

Pubblicità

Piano industriale Fs, investimenti per Alta Velocità e pendolari

Secondo quanto previsto dal nuoovo piano industriale, gli investimenti programmati per i prossimi 5 anni si attesteranno intorno si 58 milioni di euro, gran parte dei quali, 42 miliardi, dedicati alle infrastrutture: 28 per opere ferroviarie e 14 per le strade (ricordiamo che del Gruppo Fs è entrata a far parte anche Anas, il principale gestore di strade e autostrade).

Per quanto riguarda il rinnovamento del materiale rotabile, particolare attenzione sarà rivolta al comfort dei pendolari, grazie all’acquisto di 600 nuovi treni regionali.

Previsti potenziamenti anche per l’Alta Velocità con l’acquisto di 14 nuovi convogli Frecciarossa 1000, mentre il trasporto merci potrà contare su una dotazione aggiuntiva di 714 carri e 100 locomotori di nuova generazione.

Tra le priorità del piano industriale Fs anche il delicato tema della puntualità, visto il richiamo dell’Autorità dei Trasporti per l’eccessivo numero di ritardi accumulati nel 2018. con l’obiettivo di migliorarla grazie a 5,5 miliardi di investimenti.

Pubblicità

Leggi tutto