Da venerdì 13 settembre l'applicazione Carta del Docente sarà riattivata per consentire la gestione del bonus professionale anno scolastico 2019/2020 destinato ai docenti di ruolo e docenti neoassunti. Il bonus, come i precedenti anni, è costituito da un ammontare di 500 euro, così come previsto dalla legge 107 del 13 luglio 2015, art.1 comma 121. Nella stessa data dai portafogli dei docenti saranno attribuiti anche i residui relativi allo scorso anno 2018/2019.

Dettagli app bonus docenti

L'utilizzo del bonus (ciò vale per i docenti neoassunti in ruolo) previsto per l'aggiornamento professionale sarà possibile previo possesso del codice digitale personale dello Spid ( username e password).

Lo Spid risulta necessario per accedere alla propria Carta Docente e generare buoni, necessari per effettuare gli acquisti di beni e servizi previsti dalla normativa. I beni acquistabili oltre a libri, riviste e pubblicazioni, comprendono anche beni come notebook e personal computer, anche software utili all'aggiornamento professionale. L'importo previsto per l'aggiornamento professionale prevede anche di acquistare biglietti di ingresso a musei, cinema, mostre teatrali. Inoltre, sarà possibile spendere il bonus anche per acquistare dei corsi online dedicati svolti da enti accreditati presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Di particolare rilievo sono da segnalare i corsi sulla metodologia Clil (Content and Language Integrated Learning, apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera veicolare) e sul coding per l'insegnamento del pensiero computazionale.

Infine, va segnalato che per i docenti che ancora non sono in possesso delle credenziali Spid, potranno richiederle gratuitamente da uno dei gestori autorizzati quali: Aruba, Infocert, Poste, Register, Sielte, Tim e Namirial.

Le credenziali SPID possono essere utilizzate anche per accedere ai servizi online di tutte le pubbliche amministrazioni come INPS, INAIL, NoiPA e MEF. Ad ogni modo, tutte le informazioni su dove e come chiedere le credenziali SPID sono disponibili nella sezione dedicata alla Carta del Docente nel sito del Ministero dell'Istruzione, dove sono specificati anche i contatti di assistenza. I docenti soltanto dopo l'accesso alla propria Carta potranno consultare la composizione del proprio borsellino elettronico attraverso la specifica funzione di “storico portafoglio”.

I docenti che non sono mai riusciti a registrarsi potranno farlo, ma è necessario specificare sempre il proprio codice fiscale ed il nome dell’ Identity Provider presso il quale è stata attivata l’utenza SPID.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!