Nel mese di dicembre saranno molti meno gli scioperi nel settore dei trasporti, ma non mancheranno comunque giornate critiche per coloro che si dovranno mettere in viaggio. Una delle date da cerchiare in rosso sul calendario sarà quella di venerdì 13 dicembre 2019, quando a fermarsi sarà l’intero comparto aereo. La protesta, promossa da CUB insieme ai principali sindacati italiani di categoria, coinvolgerà il personale dipendente di società e compagnie aeree. Si tratterà di uno stop della durata di 24 ore, che potrebbe vedere cancellazioni di voli aerei su tutto il territorio nazionale.

In particolare sarà coinvolta Alitalia. Il personale navigante dell’intero gruppo (piloti e assistenti di volo), nonché il personale di terra, incrocerà le braccia per l’intera giornata. Alitalia non sarà la sola compagnia aerea ad essere interessata. Infatti, lo stop riguarderà anche il personale navigante di Air Italy, anche in questo caso per tutte le 24 ore della giornata. Inoltre, per sole 4 ore (10.00-14.00) si fermerà anche il personale navigante di cabina di EasyJet.

Come accennato in precedenza, verranno interessate dalla protesta anche altre società operanti nel comparto aereo.

All’interno dell’aeroporto di Roma Fiumicino incroceranno le braccia per 4 ore (10.00-14.00) i dipendenti di Aviation Services, mentre a Milano Malpensa saranno gli addetti de Coros a fermarsi, ma in questo caso per 24 ore. Spostandoci presso lo scalo aeroportuale di Verona, invece, saranno i lavoratori di F.C. Handling e AGS Handling a protestare per 4 ore (11.00-15.00). Infine, a Reggio Calabria toccherà ai dipendenti di Sacal scioperare per 4 ore (13.00-17.00). Una volta archiviata questa giornata di sciopero, per assistere ad un nuovo stop nel comparto aereo bisognerà attendere il mese di gennaio, poco dopo le festività natalizie.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Politica Viaggi

Controllori di volo in sciopero a metà gennaio

Dopo le festività natalizie riprenderanno gli scioperi nel settore dei trasporti. Il comparto aereo sarà interessato da una protesta dei controllori di volo nella giornata di martedì 14 gennaio 2020. A proclamare lo stop di 24 ore del personale di ENAV è stato il sindacato UNICA. I disagi saranno a carattere nazionale, ma anche a livello locale. All’interno dell’elenco pubblicato dal Ministero dei Trasporti viene specificato che tra gli scali aeroportuali interessati avremo quelli di Bologna, Perugia, Ancona, Pescara e Reggio Calabria.

In contemporanea si fermerà il personale di Consulta operante presso gli aeroporti romani di Fiumicino e Ciampino per 4 ore (10.00-14.00). Infine, a Venezia, si fermeranno per 4 ore (10.00-14.00) gli addetti di Aviation Service. A precedere questa giornata critica, avremo un’altra data in cui sciopererà il personale navigante di Volotea per 4 ore (10.00-14.00). Si tratterà di sabato 11 gennaio 2020.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto