Pubblicato l’atteso concorso Mibact (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) per l’assunzione di 500 operatori con licenza media addetti a custodia, vigilanza e accoglienza in tutta Italia . Le selezioni avverranno attraverso i Cpi (Centri per l’impiego) secondo le procedure definite dall'art. 16 della legge n. 56/1987 che regola le assunzioni nella Pubblica Amministrazione per le posizioni che richiedono il solo possesso della licenza media, come nel caso del presente concorso Mibact.

Tali procedure comporteranno che le tempistiche potranno essere differenti per le diverse Regioni.

Requisiti e selezioni Cpi del Concorso Mibact per 500 operatori

I requisiti per partecipare alle selezioni del concorso Mibact prevedono innanzitutto, come stabilito dalla citata legge n. 56/1987, che gli aspiranti siano iscritti alle apposite liste presso i Cpi. Per quanto riguarda il titolo di studio, è richiesto il possesso del diploma di scuola media inferiore, mentre rimangono invariati i principali requisiti di base per le assunzioni della Pubblica Amministrazione:

  • cittadinanza italiana e di altro Stato Ue;
  • età minima 18 anni;
  • pieno godimento dei diritti civili e politici;
  • non aver riportato condanne penali;
  • non essere stati in precedenza licenziati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni previste dalla posizione messa a concorso.

I posti da ricoprire con l’avviamento a selezione da parte dei Cpi sono distribuiti su tutto il territorio nazionale secondo la ripartizione riportata nell’articolo 2 del bando di concorso pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale - IV serie speciale- n° 15 del 22 febbraio 2020.

La selezione viene curata da parte dei Cpi territorialmente competenti ed ha inizio con la richiesta di avviamento di un numero doppio dei posti disponibili da parte dei Segretariati regionali del Mibact. Tale richiesta deve essere inoltrata entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del bando, quindi entro il prossimo 22 marzo. A partire dalla richiesta da parte dei segretariati regionali, il Centro per l’impiego ha dieci giorni di tempo per avviate la formazione delle graduatorie secondo l'ordine di graduatoria degli iscritti in possesso dei requisiti indicati nella richiesta stessa.

Entro quarantacinque giorni dall’avvio della procedura di selezione, ricevute le domande inoltrate dai candidati iscritti nelle liste dei Cpi ed interessati alla procedura, gli stessi Centri per l'impiego dovranno procedere alla pubblicazione delle graduatorie.

Selezione e prova di idoneità del Concorso Mibact

Entro ulteriori dieci giorni dalla pubblicazione delle graduatorie da parte dei Cpi, i Segretariati regionali del Mibact procederanno, secondo l’ordine di graduatoria, alla convocazione dei candidati per lo svolgimento della prova di idoneità allo svolgimento delle mansioni previste dal profilo professionale di “Operatore alla custodia, vigilanza e accoglienza”.

Questa consisterà in un colloquio volto ad accertare il possesso di buone conoscenza dei base, alla capacità di affrontare problematiche lavorative commesse alla funzione e alla conoscenza della lingua inglese.

Ai candidati che supereranno la selezione darà proposto un contratto di assunzione a tempo indeterminato nel profilo professionale di “Operatore alla custodia, vigilanza e accoglienza”, della Seconda area funzionale, fascia retributiva F1 del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, con l’obbligo di permanere almeno tre anni nella sede di prima destinazione.

Segui la nostra pagina Facebook!