Mercoledì 19 febbraio sul sito internet della Formez è stato pubblicato il calendario della prova scritta del concorso per vigilanti Mibac. La prova scritta si terrà il prossimo 19 marzo alle ore 12:00 in unica sessione e si svolgerà in simultanea alla Nuova Fiera di Roma, ingresso nord in Via Portuense 1645/1647, su tre padiglioni (n. 5, 6 e 7). I candidati che hanno superato le prove preselettive adesso saranno alle prese con la prova scritta vera e propria e dovranno rispondere a 80 domande a risposta multipla, nel tempo massimo di 120 minuti.

Prova scritta: dettagli di svolgimento

Il quiz prevederà 80 domande:

  • 60 domande riguarderanno le materie indicate al comma 2, art.7 del bando;
  • 10 domande riguarderanno la lingua inglese,
  • 10 domande verteranno sulle tecnologie informatiche e della comunicazione e sul Codice dell’Amministrazione digitale.

Nella fase di correzione dei test, per le risposte corrette riferite alle materie indicate nel bando, verrà attribuito per ogni risposta corretta un punteggio pari a 0,4. Per le risposte corrette riferite alla lingua inglese e competenze informatiche, per ogni risposta corretta verrà attribuito un punteggio pari a 0,3 punti.

Non è prevista nessuna penalizzazione per le risposte sbagliate. La Commissione RIPAM avvalendosi del supporto tecnico del Formez PA utilizzerà sistemi informatizzati per la correzione della prova. I test saranno proposti in due versioni (versione A e versione B) che conterranno gli stessi quesiti ma ordinati in maniera differente. Il punteggio minimo previsto per poter superare la prova scritta ed essere ammessi alla prova orale sarà di 21/30 (ventuno/trentesimi).

Sarà necessario ottenere una soglia minima in ciascuna delle tre categorie di domande. Dopo la pubblicazione dell’elenco degli ammessi alle prove orali, ogni candidato potrà accedere alla propria prova scritta, nella sezione atti online sul relativo sito Formez. Va precisato, che il punteggio conseguito nella prova scritta e nella prova orale concorrerà ai fini della determinazione del punteggio finale della graduatoria di merito.

Ricordiamo che la procedura concorsuale mira a selezionare n. 1.052 unità di personale non dirigenziale, da assumere con contratto di lavoro a tempo indeterminato. I candidati che risulteranno vincitori di concorso saranno invitati, a partire dal candidato che ha conseguito il punteggio più elevato secondo l'ordine della graduatoria finale di merito, a scegliere una sede di assegnazione tra quelle disponibili. Essi, saranno inquadrati nella II Area, posizione economica F2, profilo professionale di Assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza del Ministero dei beni culturali.

Segui la nostra pagina Facebook!