È stato pubblicato dal Ripam, l’ente per la Riqualificazione della Pubblica Amministrazione, un bando di concorso per 92 funzionari di diversi profili con assunzione a tempo indeterminato presso il ministero dell’Ambiente e l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo. Si tratta del primo concorso pubblico che si svolgerà secondo le nuove regole di selezione, completamente in modalità digitale, previste dal decreto Rilancio. La domanda dovrà essere presentata entro la scadenza del 20 giugno 2020.

Concorso Ripam, requisiti e posti disponibili nella Pubblica Amministrazione

I requisiti per partecipare al concorso pubblico bandito dal Ripam prevedono il possesso della cittadinanza italiana o di altro Stato Ue, un’età non inferiore a 18 anni e il possesso di una laurea specialistica o magistrale.

Si richiede inoltre, come per tutti i concorsi nella Pubblica Amministrazione, il pieno godimento dei diritti civili e politici, l’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni, non aver mai riportato condanne penali, non essere stati destituiti in passato da un impiego pubblico, non essere esclusi dall'elettorato politico attivo.

I posti messi a concorso sono così distribuiti:

  • 20 posti per il profilo di funzionario amministrativo-contabile presso l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, area funzionale III - F1 nei settori: giuridico, legale e contenzioso; pianificazione e budget; contratti, gare ed appalti.
  • 40 posti per il profilo di funzionario tecnico-professionale presso l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, area funzionale III - F1, nei settori: ambiente; promozione e comunicazione; informatica; programmazione e sviluppo economico; infrastrutture (ingegneria e architettura); salute, protezione sociale e gender (sviluppo umano); sicurezza alimentare; sviluppo rurale; patrimonio culturale; diritti umani e migrazione; educazione e formazione; statistica; finanza; partenariati pubblico-privato.
  • 32 posti per funzionario amministrativo esperto in relazioni internazionali presso il ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare nell'area funzionale III - F1.

Domanda e prove di selezione del primo concorso pubblico in modalità digitale

La domanda per partecipare al concorso dovrà essere inviata in modalità telematica previa registrazione al sistema “Step-One 2019”, accessibile dall’indirizzo internet ripam.cloud.

In fase di presentazione della domanda, il candidato dovrà anche specificare le motivazioni che lo hanno spinto a presentare la propria candidatura a una delle posizioni messe a concorso. Il termine di scadenza per l’invio delle domande è il 20 giugno 2020.

Per quanto riguarda le prove di selezione, sono previste: una preselezione, comune a tutti i profili oggetto del concorso, qualora il numero dei candidati sia almeno due volte superiore ai posti messi a concorso; una prova scritta, cui potranno accedere solo i candidati che avranno superato la preselezione; e una prova orale, riservata ai candidati che avranno superato la prova scritta.

La preselezione e la prova scritta si svolgeranno, secondo le modalità previste dalle nuove norme del decreto Rilancio, presso sedi decentrate e con l’ausilio di strumenti informatici. La prova orale potrà essere invece svolta in videoconferenza.

Le materie oggetto delle prove di esame sono elencate nell’articolo 7 del bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 43 – IV serie speciale concorsi ed esami, del 5 giugno 2020.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!