È in discussione alla camera dei deputati la proposta per l'assegno universale, il bonus da riconoscere alle famiglie con figli fino a 21 anni di età. Ad annunciarlo è stato il ministro per le Pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, nell'intervento ad Agorà Estate. La misura farebbe tirare un sospiro di sollievo a milioni di genitori italiani, soprattutto a chi ha più di due figli e non solo a quelli che hanno bimbi piccoli. Infatti, le famiglie che potrebbero beneficiare del bonus mensile avrebbero l'opportunità di organizzare e pianificare le spese anche di figli adolescenti e maggiorenni, perfino per la scuola e l'università.

Inoltre, l'assegno aumenterebbe dal terzo figlio e riconoscerebbe maggiorazioni fino al 50% nel caso di figli disabili.

Bonus universale mensile da 200 a 250 euro, maggiorazione fino al 50% per figli disabili

Al parlamento si lavora affinché il bonus universale per i figli arrivi già a partire dal 2021. Come affermato dal ministro Bonetti, della cifra che verrà erogata mensilmente si stanno facendo delle stime che portano ad un importo variabile dai 200 ai 250 euro, ma si terrà conto del reddito Isee perché i conteggi definitivi verranno fatti anche in base alla riforma fiscale: "La misura dovrà riorganizzare la giungla delle tante detrazioni e dei bonus che arrivano alle famiglie, ahimè non a tutte le famiglie - ha precisato Elena Bonetti - Ogni mese le famiglie riceveranno una cifra, per ciascun figlio, dalla nascita fino ai 21 anni, con maggiorazioni a partire dal terzo figlio e, nel caso di figli disabili, con un importo che aumenterà dal 30 al 50% ed esteso (per i figli disabili, n.d.r.) per tutto l'arco della vita.

Si sono fatte delle ipotesi dai 200 ai 250 euro di base del bonus, ma bisogna avere la certezza che la cifra non faccia perdere denaro a nessuna famiglia italiana (rispetto alle detrazioni e ai bonus già in vigore, n.d.r.)".

Bonus figli: in arrivo nel 2021 l'assegno universale per sostegno anche di spese scuola e università

"L'assegno universale è la prima misura del family act che prenderà forma - ha affermato Elena Bonetti nel corso della trasmissione - Nella giornata del 1° luglio la discussione è iniziata al parlamento sulla base di una proposta di legge di Graziano Delrio, Maria Elena Boschi e di tutte le forze di maggioranza.

Nel dibattito parlamentare ho apprezzato anche il contributo di tutte le forze di opposizione - ha continuato il ministro per le Pari opportunità - L'obiettivo è quello di erogare alle famiglie tutti i mesi la cifra del bonus, pagata con semplicità, senza dover fare nulla di particolarmente complicato in modo da aiutare le famiglie anche nella progettualità dei consumi, delle spese, delle scelte, ma anche fare in modo che i nuclei abbiano un sostegno per i momenti di difficoltà".

Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!