Nella Gazzetta Ufficiale n. 31 del 20 aprile 2021, è stato pubblicato il concorso pubblico per titoli ed esami, per l’ammissione di 1030 Allievi marescialli al 93° corso presso la Scuola ispettori della Guardia di Finanza, per l’anno accademico 2021/22. I posti a concorso sono i seguenti:

  • 983 per il contingente ordinario di cui: 14 sono riservati ai candidati in possesso dell’attestato di bilinguismo riferito al diploma di maturità, 8 sono riservati al coniuge e ai figli del personale deceduto per causa di servizio;
  • 47 per il contingente di mare: di cui 15 posti per nocchiere abilitato al comando, 13 posti per nocchiere, 3 per tecnico dei sistemi di comunicazione, 6 per tecnico di macchine.

Bando in Guardia di Finanza per 1030 allievi: quali i requisiti e come fare domanda

Tutti coloro che sono interessati a presentare domanda devono possedere i seguenti requisiti: aver compiuto il 17° anno di età e non aver superato i 26 anni di età alla data di scadenza del bando.

Gli appartenenti al Corpo devono possedere altri requisiti consultabili all’interno del bando. C'è tempo fino al 20 maggio 2021 per presentare la domanda compilando l'apposito modulo presente sul portale attivo all'indirizzo concorsi.gdf.gov.[it], allegando la documentazione necessaria e i titoli maggiorativi di punteggio. I candidati devono essere in possesso di una P.E.C.

Guardia di Finanza 1030 allievi: preselezione e prove scritte

I primi di giugno dovrebbe svolgersi la preselezione consistente in 10 domande a risposta multipla di cui: 35 sulle abilità logico-matematiche; 30 riguardanti argomenti di educazione civica, storia, geografia; 25 volte ad accertare le abilità linguistiche, 10 sull’informatica e sulla lingua inglese.

Dopo le prove preselettive sono previste delle prove di efficienza fisica che consisteranno per il contingente ordinario nelle flessioni, nel salto in alto, nella corsa piana 1.000 metri; per il contingente di mare nella corsa piana 1.000 metri, nel salto in alto, nella prova di nuoto 25 metri stile libero. Si procederà quindi agli accertamenti dell’idoneità psico-fisica e attitudinale; alla valutazione dei titoli e alla prova orale.

La prova orale ha ad oggetto un esame di storia e goergrafia e di matematica. I vincitori del concorso dovranno frequentare un corso di formazione retribuito triennale presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti vicino L’Aquila.

Una volta terminato il corso si consegue la laurea in “Operatore giuridico di impresa”. Durante il corso, gli Allievi giudicati idonei sono nominati Marescialli e saranno ammessi a frequentare un corso di qualificazione operativa per completare la formazione di base.

Lo stipendio medio di un maresciallo della finanza si aggira intorno ai 2000€ lordi al mese. Tra i compiti proprio del ruolo ci sono le funzioni di polizia economica e finanziaria a tutela del bilancio pubblico, delle regioni e degli enti locali. Svolgono, in relazione alla professionalità posseduta, interventi di natura tecnico-operativa nonché compiti di formazione e di indirizzo del personale subordinato;

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!