Il calcio italiano, ancora una volta, deve assistere a cambiamenti di classifica non dovuti al calcio giocato, ma a delle penalizzazioni che poco hanno a che vedere con il rettangolo verde. E, purtroppo, sono numeri che salgono di anno in anno e che tendono a crescere. In alcuni campionati, le penalizzazioni hanno davvero stravolto la classifica. E' il caso, ad esempio, del girone C di Lega Pro [VIDEO], dove fino a questo momento, sono stati sottratti in tutto ben 11 punti di penalizzazione (ed altri potrebbero arrivare [VIDEO]). Penalizzazioni anche negli altri gironi di Lega Pro per un totale di 14 in tutto: sono stati 7 i punti di penalità per il Catania, 2 per Maceratese e Casertana, 1 per Fondi, Melfi e Lucchese.

Stavolta le penalità potrebbero arrivare per 3 club?

Stavolta si parla di 3 società a rischio penalizzazione. Sono tutte società di Serie B: Avellino, Pisa e Latina. Come riportato da tuttomercatoweb.com, venerdì a Roma è prevista l'udienza relativa ai fatti che sarebbero accaduti nel 2014 ad Avellino e che vedrebbero coinvolti i calciatori Izzo, Millesi e Pini, oltre al club deferito per responsabilità oggettiva. In arrivo, per l’Avellino, se tutto dovesse essere confermato, 5 punti di penalizzazione da scontare nel campionato cadetto in corso. Il rischio è che possa subire una penalizzazione molto alta anche il Latina, che rischia fino a 5-6 punti di penalità. Le motivazioni, in questo caso sarebbero fiscali, con mancato pagamento degli stipendi relativi ai mesi di Ottobre e Novembre secondo quanto riportato dallo stesso sito.

Leggermente più leggera la penalizzazione attesa per il Pisa, che rischia 4 punti di penalità in classifica. Le motivazioni sarebbero il mancato pagamento dell'Irpef al 16 ottobre scorso e il mancato pagamento degli stipendi previsti entro il 16 dicembre. Una situazione recidiva. Al momento solo il Benevento era stato penalizzato di un punto in serie B. Adesso, però, la classifica potrebbe stravolgersi. In tutto, in 3 squadre si rischierebbe di avere - 15 punti in una classifica che è già corta. Purtroppo, sono situazioni che non fanno bene al calcio e che non piacciono ai tifosi, amanti de calcio giocato.