La prevendita per Lecce-Alessandria non rallenta. L'atmosfera a Lecce è di grande attesa per il match e in tanti sono consapevoli che superare l'Alessandria, significherebbe avere buone chances di arrivare in finale. Infatti, pur rispettando tutte le squadre, è pensiero comune che sia Livorno che Reggiana (una delle due affronterà la vincente di Lecce- Alessandria in semifinale), non siano più forti dell'Alessandria. Nel calcio non c'è nulla di matematico, ma passare il turno con l'Alessandria significherebbe davvero dare un grande segnale a tutte le altre squadre in corsa per la vittoria dei play off. Non va dimenticato che la squadra piemontese è quella che ha totalizzato più punti in assoluto durante la regular season: ben 78 punti.

Davanti a queste premesse, è facile capire che la gara è un vero e proprio big match. Ecco perchè i botteghini del "Via del mare" sorridono: vi diciamo in esclusiva che alle ore 13 di lunedì 29 maggio i tagliandi staccati sono stati 7.525. Sembra ancora possibile, dunque, superare quota 15.000 spettatori, anche in considerazione del fatto che, di solito, nelle 24 precedenti al fischio d'inizio del match, il ritmo dei biglietti venduti aumenta notevolmente. Di certo saranno superati i 10.528 di Lecce- Sambenedettese (dato che finora rappresenta l'affluenza massima di spettatori per i play off di quest'anno [VIDEO]).

Le altre gare dei play off [VIDEO] sono: Parma- Lucchese, Livorno- Reggiana e Pordenone- Cosenza. In tutti i match si attende un'affluenza di pubblico superiore a quella delle gare del campionato.

Molta attesa per la gara del Parma che affronta la Lucchese, una delle squadre considerate meno forti in questi play off. Ma, si sa, la prima regola del calcio è quella di non sottovalutare mai l'avversario.

Definite le retrocessioni in serie D

Ieri si sono conclusi i play out di Lega Pro che hanno stabilito le salvezze e le retrocessioni in tutti e tre i gironi della terza categoria di calcio italiano. Nel dettaglio, ecco le salvezze e le retrocessioni di ogni girone: nel girone A si sono salvati Carrarese e Prato e sono retrocesse Lupa Roma e Tuttocuoio. Dunque, dopo il Racing Roma, anche la Lupa Roma, altra squadra capitolina, saluta il calcio professionistico. Nel girone B, si sono salvate Teramo e Fano, mentre sono retrocesse Lumezzane e Forlì. Nel girone C, invece salvezza ottenuta per il Catanzaro e per i siciliani dell'Akragas: in serie D tornano Vibonese e Melfi.