Laprima giornata di settembre è stata molto intensa per gli uomini del comando dei Carabinieri di Milano. Colti in flagrante, 7 persone sono state arrestate per furto.

In un negozio di pelletteria del quartiere Ripamonti, una signora di 36 anni già colpevole in passato di numerosi furti, è stata colta in flagrante mentre cercava di mettere una giacca nella propria borsa dopo aver rimosso il sistema di anti taccheggio ad esso applicato. I titolari dell'attività hanno chiamato subitoil Nucleo Radiomobile dei Carabinieri che dopo averla fermata hanno trovato nella sua borsa forbici e tronchesi utilizzati per sottrarre il capo senza farsi scoprire al passaggio delle porte magnetiche.

Sempre in zona Ripamonti, è stato arrestato un 22 enne pakistano colto anch'egli in flagrante mentre cercava di rubareuna BMW. L'uomo non aveva permesso regolare di soggiorno ed era già conosciuto alle forze dell'ordine per precedenti furti e rapine.

Altri furti e altri arresti

Due cittadini tunisini già noti alla giustizia sono stati ammanettati a Porta Venezia dopo essere stati sorpresi a scassinare la porta di un tabaccaio con un coltello svizzero. Già all'interno del negozio, gli uomini del Nucleo Radiomobilehanno potuto raggiungere i malviventi e arrestarligraziead unarichiesta di intervento giunta al comando.

Un supermercato in zona San Siro è stato scena di un furto da parte di due marocchini che stavano cercando di rubare delle bottiglie di alcolici.

Sorpresi mentre compivanoil fatto, hanno cercato di scappare creando anche danni alle porte d'uscita e spintonando sia i clienti che un addetto della sicurezza. Una volta scattato l'allarme, grazie all'intervento dei Carabinieri, è stato possibile arrestarli e accusarlisuccessivamente dirapina.

L'ultimo arresto è avvenuto a San Vittore e riguarda un uomo di 45 anni di nazionalità albanese che da un controllo fatto dalle forze dell'ordine risultava essere destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Venezia che lo aveva condannato a 9 mesi di reclusione per furto.

Segui la nostra pagina Facebook!