Fino al 31 maggio 2014 tutti cittadini italiani potranno esprimere le proprie osservazioni, suggerimenti, idee e consigli per riformare il Codice della strada. I cittadini che volessero partecipare fattivamente alla riforma del nuovo Codice della strada potranno inviare le proprie proposte all'ente preposto attraverso il portale dell'automobilista.

Si tratta di una riforma che il sottosegretario ai trasporti Erasmo D'Angelis ha definito "epocale", sottolineando appunto il fatto che chiunque potrà partecipare in maniera attiva alla scrittura delle nuove norme che faranno parte del nuovo Codice della strada. Come abbiamo anticipato, i cittadini potranno inviare le proprie idee, opinioni, consigli, suggerimenti, e addirittura proposte di modifica. Per quelli che lo vorranno sarà possibile inviare anche veri e propri testi di norme, scritte dagli stessi cittadini.

L'interessante consultazione pubblica telematica andrà avanti fino al 31 maggio 2014. Coloro che vorranno partecipare dovranno semplicemente andare sul "portale dell'automobilista" e cliccare nella sezione "nuovo codice della strada", il banner dedicato all'iniziativa è proprio sulla homepage.

A questo punto si potrà lasciare la propria proposta, che verrà valutata ed analizzata dai funzionari del ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Purtroppo dobbiamo ricordare che altre iniziative di consultazione pubblica hanno portato risultati piuttosto deludenti, basti pensare ad esempio a quello sulle riforme costituzionali oppure a quello relativo al Regolamento AgCom sulla pirateria online.