La nuova Alfa Romeo Giulia continua a mietere consensi nel corso di questo 2015, che ha visto esordire ufficialmente la nuova berlina del Biscione al museo 'Macchina del tempo' di Arese, lo scorso 24 giugno. Dopo il grande successo di critica e di pubblico riscontrato nel corso dell'ultimo Salone dell'automobile di Francoforte, lo scorso mese di settembre, il nuovo veicolo targato Alfa Romeo ha fatto il suo debutto al di fuori del nostro continente a partire da ieri 10 novembre nel 'Dubai Motor Show 2015'. Si tratta del più importante evento motoristico del Medio Oriente, dove in queste ore la nuova berlina di classe 'D' si mette in mostra davanti al ricco pubblico del paese arabo.

Grande interesse nel mondo arabo per a vettura dei record

Fin dalle prime ore del suo esordio a Dubai, è apparso subito molto evidente il grande interesse da parte della clientela medio orientale per la nuova berlina nella sua veste più sportiva Quadrifoglio, capace di raggiungere velocità ragguardevoli grazie ad un propulsore di derivazione Ferrari dotato ti una potenza di 510 cavalli.Una vettura che è in grado di arrivare da 0 a 100 in appena 3,9 secondi con una velocità massima di 307 chilometri orari che la pongono al vertice della sua categoria come ampiamente dimostrato dal giro record effettuato al Nurburgring da una versione speciale della Quadrifoglio che costerà 95 mila euro. Mentre ricordiamo che il prezzo base della versione sportiva di Alfa Romeo Giulia sarà 79 mila euro.

Ritardi per lo sbarco sul mercato

Purtroppo nemmeno in questa occasione è stato chiarito quando effettivamente arriverà sul mercato la nuova vettura. Certamente la Quadrifoglio non arriverà prima della metà del 2016,mentre la versione 'normale', che salvo rinvii dovrebbe essere mostrata al mondo intero in marzo al Salone dell'auto di Ginevra, non dovrebbe arrivare prima della fine del 2016.

I ritardi secondo quanto raccontato dallo stesso numero uno di Fca Sergio Marchionne sono da addebitare ad un cambio di strategia, dovuto alla forte crisi che ha colpito la Cina negli ultimi mesi.

Segui la nostra pagina Facebook!