Dopo solo due annila suv giapponese si rinnovaper conquistare più clienti: in Italia non ha avuto grande successo, nonostante sia un'auto riuscita. Le critiche si sono concentrate, più che altro, sull'abitacolo ampio ma con una scarsa disponibilità di vani portaoggetti e sulla qualità di alcune plastiche; giudizi non proprio positivi anche per il navigatore, che si gestisce con comandi un po' sorpassati. Nell'aggiornare la vettura, la casa ha modificato proprio i punti deboli utilizzando materiali migliori per la plancia, ridisegnando la consolle centrale (ora dotata di nuovi vani) e lanciando il nuovo sistema multimediale con schermo di 7" abbinato al Panoramic View Monitor, che utilizza quattro telecamere per visualizzare a 360 gradi il perimetro dell'area tutt'intorno alla vettura.

Esce di scena il 2.2 Turbodiesel

La novità più importante, però, è rappresentata dalla versione ibrida, che arriverà a febbraio 2016 (con un ritardo di circa tre mesi rispetto al turbodiesel). A un motore a benzina di 2.5 litri ne abbina uno elettrico (alimentato da batterie collocate nel pianale), per una potenza combinata di 197 CV. Questa versione, tra l'altro, ha in esclusiva (per il momento) il sistema che rileva la presenza di pedoni, frenando automaticamente, e il cruise control adattativo. Il 2.2 turbodiesel da 150 CV va in pensione, e il 2.0 D-4D passa da 124 a 143 cavalli; da notare, però, che per questo nuovo propulsore a gasolio non è previsto il cambio automatico. Quanto alle versioni a trazione 4x4 (ibride o diesel), saranno disponibili solo da febbraio 2016.

Nella fase di prevendita, la Rav 4 Hybrid è proposta dalla casa giapponese con un "taglio" di 3.650 euro rispetto al prezzo di listino ufficiale. Invece è appena inferiore (3.450 euro) il risparmio per la 2.0 D-4D Active, offerta a 25.500 euro. Puntando sul "vecchio" modello, per gli esemplari in pronta consegna si ottiene un ribasso di circa 1.000 euro.

Scelgo la nuova se...

  • Sono interessato alla nuova versione ibrida, che abbina uno o due motori elettrici al 2.5 a benzina;
  • La qualità degli interni della generazione precedente non mi soddisfa e apprezzo, oltre alle migliori finiture, le novità tecnologiche offerte dal nuovo modello;
  • Sono dell'avviso che le modifiche estetiche al frontale, più filante e con i nuovi fari a led raccordati con la sottile mascherina, siano riuscite e diano alla vettura un aspetto più elegante (da 28.950 euro).

Punto sulla vecchia se...

  • Cerco una versione dotata delle quattro ruote motrici, ma l'auto mi serve subito e non possono aspettare febbraio 2016;
  • Voglio un Turbodiesel con la trasmissione automatica: per il modello rinnovato, questo tipo di cambio non è previsto;
  • Bado al risparmio. Le cose che contano per me non sono cambiate: tanto vale spendere meno comprando una fine serie (da 24.950 euro).
Segui la nostra pagina Facebook!