Una delle imposte meno amate dagli italiani è certamente il bollo auto 2016. Questa per il secondo anno consecutivo va pagata anche dai possessori di auto storiche da 20 a 29 anni.Ricordiamo alcune regole base, che riguardano il pagamento di questa imposta. Il bollo auto va pagato entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza. Questo vuol dire che se il bollo scade ad esempio a febbraio va pagato entro l'ultimo giorno di marzo. Le cose sono leggermente diverse per quanto riguarda una vettura di nuova immatricolazione. Questa infatti deve pagare il bollo entro l'ultimo giorno del mese in cui l'auto è stata immatricolata.

In questo caso c'è però un'eccezione, qualora infatti il veicolo sia stato immatricolato negli ultimi 10 giorni del mese, allora sarà possibile pagare l'imposta anche nel mese successivo.

Per quanto riguarda l'importo da pagare, il valore del bollo auto 2016 si calcola in base ai Kw del motore. Esattamente si pagheranno 2,58europer ogni Kw di potenza espresso dal motore del proprio veicolo. Non è necessario comunque procedere a questo calcolo per sapere quanto dovremo pagare. Basta inserire i dati della propria automobile negli spazi appositi previsti nei siti di Aci e dell'Agenzia delle Entrate.Sono in tanti ogni anno a domandarsi come fare per pagare il bollo auto. Questo si può pagare in varie maniere.

Ci si può recare direttamente ai più vicini uffici dell'Aci effettuando il pagamento di persona.

Ecco come e dove pagarlo

Tuttavia è possibile pagare il bollo auto 2016 anche recandosi in un tabaccaio convenzionato con Lottomatica oppure anche con Banca ITB. Altra soluzione può essere quella di andare a pagarlo alle Poste.

Inoltre è possibile usufruire per il pagamento anche degli sportelli ATM Bancomat o mediante i numerosi servizi di Internet Banking presenti sul web. In tutti questi casi occorrerà pagare piccolissime commissioni. Ricordiamo infine che nel caso di mancato pagamento si dovrà pagare il 30% in più e anche gli interessi.

Se il pagamento avviene entro un anno questi importi saranno ridotti per via del cosiddetto 'Ravvedimento operoso'. Infine ricordiamo anche che il bollo auto si prescrive in 3 anni, quindi se entro questo lasso di tempo l'amministrazione non contesta l'infrazione, nulla potrà essere più preteso.

Segui la nostra pagina Facebook!