Negli ultimi mesi del 2016 la Fiat ha deciso di lanciare un nuovo modello dell'utilitaria crossover Mobi: dopo gli allestimenti Base, Way e Way on, al Salone di San Paolo 2016, aperto dal 10 al 20 novembre, è stato presentato Drive, l’ultima produzione del marchio italiano per il mercato sudamericano. Fra le novità più rilevanti l’utilizzo del motore a benzina Firefly, recentemente introdotto sulla Fiat Uno, e l’assetto rialzato, per assicurare il massimo comfort anche su terreni sconnessi. Questa nuova crossover urbana di segmento A, lunga 3,56 metri, arriverà presto anche in Europa, per competere col bestseller Panda.

Le novità di Fiat Moby Drive

Fiat Mobi, l’utilitaria-crossover, era stata lanciata la scorsa primavera riscuotendo un grande successo; Moby Drive è stata pensata a partire da Fiat Punto, per tentare di migliorare ulteriormente l'esperienza di guida. La prima novità è il già citato impiego di Firefly, il terzo tipo di motore proposto dalla casa automobilistica, dopo Fire e TwinAir. Questo nuovo motore a 3 cilindri 1.0 aspirato può raggiungere una potenza di 77 CV con 106 Nm di coppia.

Dal progetto Firefly deriva anche un’unità 1.3 da 109 CV che, proprio insieme a Firefly, farà parte di un programma di esportazione del modello in tutto il mondo, anche se per ora non sono stati dichiarati ulteriori dettagli, modelli o date di presentazione.

Un unicum nel panorama automobilistico è il design ibrido, che, a fronte di dimensioni dichiaratamente pensate per l’impiego urbano, presenta una buona altezza da terra e prerogative adatte ad escursioni in offroad.

Il corpo vettura non appare molto originale, in quanto ricorda i modelli asiatici, e questo è forse l'aspetto in cui Moby Drive è più carente; probabilmente i produttori hanno tenuto conto delle richieste del mercato sudamericano, dove conta molto più la sostanza rispetto all’immagine. Le dichiarazioni di voler apportare delle modifiche prima di presentare il modello in Europa e in Asia sembrano confermare questa ipotesi.

Ultimo punto da considerare, le numerose tecnologie introdotte dall’evoluzione di Fiat Moby, rispetto ai modelli precedenti: il servosterzo elettrico, con la funzione City per le manovre di parcheggio e la strumentazione digitale della declinazione Drive, con sistema infotainment a schermo Lcd e connettività Bluetooth, presa Usb, sensori di parcheggio posteriori. Confermate nella lista della dotazione le cinture di sicurezza anteriori regolabili, gli alzacristalli elettrici anteriori, i fendinebbia anteriori e i cerchi in lega da 14.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto