Troppe persone non conoscono le regole fondamentali della circolazione. Sono queste le parole di Emiliano Bezzon, comandante della Polizia Municipale di Torino che, nell'ambito di una serata di controlli dalle 21 fino a mezzanotte, ha effettuato ben 46 contravvenzioni a persone in bicicletta o a bordo del proprio monopattino per violazioni del Codice della Strada.

Tra le infrazioni più diffuse la non corretta posizione sulla carreggiata e il passaggio con il rosso

Sono state ben 46 in una serata di controlli, le multe comminate dalla polizia municipale di Torino. Persone a bordo di biciclette e sul monopattino che avevano comportamenti contrari al rispetto del Codice della strada visto che molti sono stati fermati mentre passavano con il rosso o addirittura giravano contromano.

Multe anche per la circolazione sui marciapiedi. I controlli del reparto si sono tenuti nella serata di martedì 7 luglio. In tre ore di servizio serale fino a mezzanotte sono state comminate ben 46 multe. La ragione più frequente di queste contravvenzioni è da ricercare nel fatto che le biciclette non rimanevano sul margine destro della strada. Sono state 17 le sanzioni comminate per questa ragione. 13 poi le multe a persone che hanno attraversato gli incroci ignorando il semaforo che era rosso. Le restanti sono multe per altri tipi di violazioni anche legate all'equipaggiamento.

Il comandante della Polizia Municipale Bezzon: 'Circolano ancora troppe persone improvvisate"

Il comandante della Polizia Municipale di Torino Emiliano Bezzon spiega che ci sono ancora in giro troppe persone improvvisate.

Persone che, a suo avviso, utilizzano mezzi a propulsione muscolare come biciclette e altri del genere senza conoscere quelle che sono le regole patrimonio di tutti per circolare in sicurezza. A suffragio di questa sua tesi, Bezzon indica che la conferma arriva dalle tante contravvenzioni legate all'occupazione non corretta della carreggiata.

Per il comandante c'è anche chi, proprio ignora che i velocipedi sono dei veicoli e quindi tenuti ad attenersi al Codice della Strada. Per Bezzon molti hanno contestato le contravvenzioni sul monopattino solo perché non sapevano che su questo tipo di mezzi non si può circolare in due persone. Occorre, per il comandante, che le persone siano informate sulle modalità di utilizzo dei mezzi prima di salirci a bordo.

Il comandante infine dà un suggerimento visto che c'è ancora una diffusa non conoscenza delle regole.Per Bezzon occorrerebbe creare una sorta di tutorial formativo che possa essere utile alle persone per potere avere le nozioni base per utilizzare i velocipedi. E, ad esempio, questi tutorial potrebbero essere realizzati e facilmente usufruibili da tutti sul proprio cellulare.

Segui la nostra pagina Facebook!