Il silenzio delle Istituzioni

Tafferugli finale coppa italia
Tafferugli finale coppa italia

La dignità di una famiglia napoletana e la credibilità zero dello Stato.

La dignità della famiglia Esposito è esemplare. La credibilità dello stato Italiano è invece ZERO.

In questa odissea durata 53 giorni, non si è visto un rappresentante delle istituzioni al policlinico Gemelli. Il presidente Napolitano, napoletano di nascita, non ha speso una parola su questo figlio della "sua NAPOLI".

Il primo ministro Matteo Renzi, capo di un governo farsa, dopo la figuraccia dell'Olimpico continua a collezionarle altre. Verrebbe da chiederci, se Ciro Esposito fosse stato fiorentino e non napoletano se fosse andato al suo capezzale. Ed ancora, come non dimenticare la tolleranza zero del ministro degli Interni Angelino  Alfano, urlata ai quattro venti all'indomani della tragedia e mai applicata?

Ci si potrebbe anche soffermare sull'assenza del Sindaco di Roma Marino. Il sindaco della capitale che non si reca al capezzale del poveretto, benchè fosse ad una manifestazione pre elettorale per le europee al policlinico Gemelli. Certamente andare nel reparto pediatrico farà più breccia nei cuori degli elettori, ma un' istituzione come il Sindaco di Roma, non può pensare solo alle campagne elettorali. Un  riconoscimento va invece al Presidente del calcio Napoli De Laurentis, al Sindaco di Napoli De Magistris  e all' Avvocato Angelo Pisani che sono stati vicini alla famiglia dal primo all'ultimo giorno.

Onore poi, alle tante persone della città di Napoli, che hanno dimostrato che la città non è solo cronaca nera, non è solo la Napoli di Gomorra, ma esiste ed è viva anche una città che ha un cuore.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto