L'Inter rimane concentrata sul finale di stagione. Antonio Conte non vuole distrazioni, ora che il traguardo sembra essere più vicino. L'Inter dovrà giocare le ultime 10 partite di campionato con l'unica consapevolezza di essere la più accreditata ad alzare un trofeo che ad Appiano Gentile manca ormai da 11 anni, dall'anno del Triplete con Jose Mourinho. Ma, nonostante questo importante traguardo, in casa nerazzurra si ragiona già sul futuro e su quella che potrebbe essere la formazione ideale per la prossima stagione. La società starebbe pensando ai probabili addii e alle riconferme.

La difesa: Ranocchia e Kolarov verso l'addio

La dirigenza nerazzurra è pronta a rafforzare ogni reparto. Servono degli ottimi innesti per migliorare qualitativamente il livello della squadra. Sicuramente la difesa è l'arma in più dell'Inter di quest'anno. Dopo un inizio altalenante, il trio formato da De Vrij, Skriniar e Bastoni ha convinto. Nel girone di ritorno i nerazzurri hanno subito solo tre goal, frutto questo, di un'ottima solidità difensiva. Per questo i tre difensori sembrano andare verso la riconferma sicura. Chi insieme a loro non lascerà Milano sarà anche D'Ambroso, reduce dal Covid e Darmian, che è stato riscattato ad inizio anno. Per Kolarov e Ranocchia, invece, sono già pronte le valigie.

Il serbo non ha convinto e la riconferma anche per il 2022 appare complicata. Ranocchia, invece, è in scadenza di contratto. L'italiano vorrebbe rimanere e la società, qualsiasi sia la sua decisione, sarà dalla sua parte.

Il centrocampo: tanti i probabili addii

Nel centrocampo interista tanti potrebbero essere gli addii, a partire da Ashley Young, sempre più vicino a ritornare in Premier.

Anche Vecino verrà messo sul mercato, dopo una stagione dove non è stato quasi mai schierato in campo per via degli infortuni. Da valutare, invece, Gagliardini, Sensi, Vidal e Perisic. I due italiani potrebbero restare, mentre per il cileno l'Inter aspetta ancora un cambio di passo in campionato. In caso contrario la società sarà ben disposta a venderlo e risparmiare i 6,5 milioni a stagione di ingaggio netti.

L'ultimo dubbio è Perisic. Il croato, con il nuovo ruolo di quinto di difesa, ha convinto e le sue quotazioni sono in rialzo, ma spetta alla società e ad Antonio Conte decidere del suo futuro. Chi invece è certo di rimanere è Barella insieme a Brozovic e Hakimi.

Inter così in campo nella prossima stagione

La probabile formazione dell'Inter targata 2022 potrebbe essere la seguente:

1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella, 77 Brozovic, 5 Eriksen 14 Perisic (in dubbio); 9 Lukaku, 10 Lautaro

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!