Torna l'appuntamento con gli ultimi Sondaggi politici sulle intenzioni di voto, aggiornati al 27 aprile. Ci occuperemo della situazione che riguarda le amministrative di Roma, con l'indagine presentata nel corso della trasmissione Piazzapulita, e di quella, più generale, relativa alle preferenze degli italiani a livello nazionale, prendendo come riferimento l'ultima rilevazione di Euromedia, i cui risultati sono stati resi noti durante Ballarò. 

Sondaggi elettorali Roma

Partiamo con i due interessanti sondaggi di Piazzapulita che riguardano Roma. Per quanto riguarda le intenzioni di voto alle prossime comunali, si conferma in testa l'esponente del Movimento 5 Stelle Virginia Raggi, che raccoglie il 27% dei consensi, perdendo lo 0,4 rispetto alla rilevazione precedente.

Guadagnano i principali avversari, a cominciare da Roberto Giachetti che, migliorandosi di un punto, si trova oggi al 25,5%. Sale anche Giorgia Meloni, che guadagna otto decimi e si porta al 18,4%. Stessa variazione percentuale per Alfio Marchini, all'11,2%. Durante la trasmissione di La7 sono stati esposti anche i risultati relativi ad un altro sondaggio con il quale si chiedeva ai cittadini romani quali fossero i problemi più gravi della città. In questa speciale classifica troviamo al primo posto la cattiva manutenzione delle strade, al 63,6%, seguita dalle questioni relative al decoro urbano e alla pulizia, al 40,2%, da quelle che riguardano i trasporti pubblici, al 35,6%, e da quelle legate alla sicurezza, al 21%. 

Sondaggi politici, intenzioni di voto Euromedia

Vediamo ora com'è la situazione politica a livello nazionale, con l'ultimo sondaggio di Euromedia.

I migliori video del giorno

In testa troviamo sempre il Partito Democratico che, dopo le ultime settimane non esaltanti, guadagna un punto e si porta al 31%. A farne le spese è soprattutto il principale antagonista del Pd, vale a dire il Movimento 5 Stelle, che scende di otto decimi di punto, attestandosi al 25,7%. Notizie non buone anche per gli schieramenti politici di centrodestra, con la Lega Nord che cala di tre decimi, non andando oltre il 13,5% dei consensi, e Forza Italia che perde due decimi, totalizzando il 12,8% delle preferenze. Via via tutti gli altri partiti. Ma in questo periodo, ovviamente, l'attenzione è rivolta soprattutto alle amministrative, delle quali torneremo ad occuparci al più presto.