Il Governo -come anticipato nel giorni scorsi - ha annunciato questa mattina la firma di un Bando per lo stanziamento di 500 milioni di euro destinati a sostenere progetti per il rilancio delle periferie di 23 fra Comuni e Città metropolitane. Si tratta del secondo passaggio formale dopo la prima firma sottoscritta lo scorso 8 febbraio a Cagliari, messi a disposizione dall'Esecutivo guidato da Paolo Gentiloni.

Il Governo sosterrà tutti i progetti presentati

L'impegno, ribadito quest'oggi, riguarda un primo stanziamento di 500 milioni a cui si aggiungeranno ulteriori 1.600 milioni che - assieme ad altri fondi pubblici e privati -verranno messi a disposizione delle Amministrazioni comunali interessate, per complessivi 3,9 miliardi.

Nei prossimi mesi - così recita la nota di Palazzo Chigi - verranno resi noti i termini per i successi stanziamenti che verranno erogati a completamento del riparto dei fondi per poter finanziare tutti i 124 progetti oggetto di domanda. Si tratta, come confermato dal Governo, della prosecuzione di un impegno già assunto dal precedente Esecutivo.

I comuni interessati

La firma di oggi ha interessato le Città metropolitane e i Comuni di Bari, Firenze, Milano, Bologna e i Comuni di Avellino, Lecce, Vicenza, Bergamo, Modena, Torino, Grosseto, Mantova, Brescia, Andria, Latina, Genova, Oristano, Napoli, Ascoli Piceno, Salerno, Messina, Prato e Roma.

L'Anci approva la decisione del Governo

È il sindaco di Bari, nonchè Presidente dell'Anci, Antonio Decaro il primo a dare voce alla soddisfazione dei sindaci per l'iniziativa promossa dal Governo Gentiloni.

"Con il bando - sono le parole di Decaro riportate nel Comunicato stampa rilasciato dall'Anci - avviamo una importante ricucitura delle periferie, luoghi non necessariamente lontani dal centro, in cui si concentra il degrado socio-economico”.

Ora l'attesa è rivolta ai prossimi anni, per i quali - è lo stesso Decaro ad auspicarlo - l'impegno sarà “quello di rendere stabile il fondo previsto per il recupero delle periferie.

Vogliamo fare di questo finanziamento un pezzo importante dell’agenda urbana che stiamo costruendo con il governo”.

Segui la nostra pagina Facebook!