Il 4 marzo si terranno le Elezioni politiche 2018. Scopriamo insieme le promesse di ognuno dei principali partiti candidati.

Partito democratico: Il partito guidato da Matteo Renzi, reduce da 5 anni di governo, deve “difendersi” dalla sfida che gli hanno lanciato gli altri partiti. Uno dei punti di forza del PD consiste nella riduzione delle tasse per le imprese e per le famiglie. Nel programma del partito, composto da ben 41 pagine, sono incluse alcune proposte per il rilancio delle opere pubbliche, la riconversione delle centrali a carbone, l'assunzione di ben diecimila ricercatori e l'aumento (il cui non è ancora stato indicato con precisione) dell'indennità di accompagnamento per i cittadini non autosufficienti.

Incluso nel programma anche il diritto di cittadinanza per gli stranieri nati in Italia e il servizio civile obbligatorio per un periodo di un mese. Il PD punta quindi a confermare la fiducia dei propri elettori cercando di raccogliere nuovi elettori.

MoVimento 5 stelle. Uno dei principali antagonisti del PD di Matteo Renzi è il MoVimento 5 stelle guidato da Luigi Di Maio. Questa forza politica sembra volare nei sondaggi e ha tra i suoi punti di forza la promessa del reddito di cittadinanza.

812€ mensili verrebbero riservati per i single, 1706€ per una famiglia composta da due adulti e due figli con meno di 14 anni. Il M5s propone anche la pensione di cittadinanza. Questa consiste in 780€ di pensione minima per tutti i pensionati. Per il MoVimento guidato da Luigi Di Maio è importante anche cambiare la legge Fornero, indirizzare degli aiuti alle famiglie e aumentare gli investimenti per la sanità.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Elezioni Politiche

Forza Italia. Per Forza Italia è importante una riforma fiscale che preveda una “flat-tax” con un'aliquota al 23% e una “No tax area” innalzata a 12.000€. Il partito di Silvio Berlusconi mira a cancellare l'IRAP e ad erogare un reddito di dignità per ridurre la povertà, ad abolire le tasse sulla prima casa e il bollo auto e ad aumentare le pensioni minime a 1000€ erogate per 13 mensilità.

La Lega. Una delle promesse fatte dal leader leghista Matteo Salvini consiste in una modifica radicale della legge Fornero.

Questa prevederebbe lo stop all'adeguamento dell'età pensionabile e permetterebbe di andare in pensione con 41 anni di contributi. Il partito rappresentato da Matteo Salvini promette anche una battaglia contro l'immigrazione clandestina.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto