Le elezioni a metà mandato del presidente Donald Trump sarebbero state oggetto di attacchi informatici di natura ignota. Infatti, un attacco hacker proveniente probabilmente da entità straniere ha fatto scattare una sorta di allerta per l'azienda di Mark Zuckerberg. Sono stati bloccati 30 account su Facebook, appunto, e 85 profili su Instagram (per un totale di 115 account) perché sospettati di aver pianificato una "interferenza".

Pubblicità
Pubblicità

Attacchi hacker per il voto USA: non è una novità

In passato sono già stati moltissimi attacchi hacker intenzionati a compromettere o influenzare in qualche modo le elezioni americane e non stiamo parlando soltanto di quelle che riguardano il midterm. Ancora prima che Donald Trump venisse eletto, ci sono stati casi di questo genere che, secondo alcune fonti, arrivavano da molti paesi intenzionati a volgere la situazione americana a proprio favore.

Pubblicità

Già la Russia, insieme ad alcuni paesi affiliati, era stata accusata in tal senso, ma non solo. All'epoca, secondo le accuse, ci sarebbero stati hacker che avrebbero fatto di tutto per attaccare in particolare il Partito Democratico.

Alcune ore fa è stato accusato il Partito Democratico

Ironia della sorte, in queste ultime ore il Partito Democratico USA è stato accusato di aver effettuato un attacco informatico servendosi di hacker per il sistema elettorale in Georgia, violando così la registrazione delle liste degli elettori.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Tecnologia

Non si sa se questa notizia sia vera, ma di certo una informazione simile minerebbe la credibilità del partito stesso, come del resto era successo ai repubblicani al tempo dell'elezione dell'ultimo presidente.

Le elezioni di metà mandato negli USA

Le elezioni di metà mandato negli Stati Uniti d'America (le cosiddette "midterm", in inglese) sono votazioni che si tengono ogni quattro anni, esattamente dopo due anni le elezioni presidenziali.

Non riguardano direttamente la figura del presidente in carica, ma l'esito può avere delle ripercussioni sul Congresso, sulle assemblee elettive e su alcuni governatori dato che sono state pensate appositamente per conoscere ufficialmente il parere complessivo della popolazione e dei risultati dell'operato del presidente in carica. Gli elettori si recano alle urne il primo martedì del mese di novembre degli anni pari, dando una personale opinione in merito alla situazione socio-Politica degli Stati Uniti.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto