Laura Boldrini contro Matteo Salvini. L'ex presidente della Camera dei Deputati ha scelto toni piuttosto decisi per esprimere il proprio dissenso nei confronti del responsabile del Viminale. L'attacco è arrivato attraverso il profilo Twitter della politica che ha inteso redarguire la scelta del capo politico della Lega per aver anteposto i suoi appuntamenti politici a quelli che sarebbero dovuti essere istituzionali, dettati dall'emergenza. Nella notte tra venerdì e sabato, infatti, è andata in scena una vera e propria tragedia che, in una discoteca di Corinaldo (vicino Ancona), ha provocato la morte [VIDEO]di sei persone.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Matteo Salvini

Un evento che, secondo la Boldrini, avrebbe richiesto un comportamento diverso rispetto a quello tenuto dal ministro dell'Interno.

Nei giorni scorsi c'era stato l'ennesimo scontro tra i due

Il rapporto burrascoso tra Laura Boldrini e Matteo Salvini, nei giorni scorsi, si era arricchito di una nuova puntata, caratterizzata un fortuito faccia a faccia verificatosi negli studi di Sky Tg 24.

L'ex esponente di Leu aveva chiesto al ministro di cancellare dalla sua pagina la foto di tre minorenni che esponevano uno striscione in cui dicevano che per il leader della Lega c'era ancora "spazio" a piazzale Loreto. Un evidente e chiaro riferimento a fatti storici che riguardavano l'esecuzione di Benito Mussolini. Pur condannando il pensiero, la Boldrini aveva chiesto al responsabile del Viminale di togliere dalla gogna tre minorenni. E sono nuovamente le giovani generazioni ad essere al centro della polemica tra la Boldrini e Matteo Salvini. Il riferimento alle persone che hanno perso la vita in quei minuti di follia in cui si è generato il panico al concerto di Sfera Ebbasta'.

Salvini aveva un altro appuntamento

L'8 dicembre doveva essere (ed è stato) un giorno di fondamentale importanza per la Lega.

La manifestazione di Roma, infatti, rappresentava un crocevia importante [VIDEO] per avere una testimonianza di grande partecipazione popolare tesa a legittimare il grande consenso riconosciuto al Carroccio dai sondaggi. La strage avvenuta nelle Marche è stata ricordata con un minuto di silenzio, ma c'è chi come la Boldrini si aspettava che Salvini saltasse l'impegno capitolino recandosi subito nei luoghi in cui si è verificata la tragedia. Ed ha scelto di affidare il suo pensiero ad un Tweet piuttosto chiaro.

Eccolo:

Salvini, alla fine, si è comunque recato a Corinaldo ed ha annunciato che si chiederà conto a tutti di quanto è avvenuto.