Nuovo scontro tra l’ex Ministro del Lavoro del governo Monti, la professoressa elsa fornero, e il governo gialloverde. Stavolta però non tocca a Matteo Salvini sparare a palle incatenate contro la donna divenuta celebre per aver pianto mentre annunciava il taglio delle Pensioni per alcuni milioni di italiani. Ci pensa infatti il M5S a bacchettare la prof, rea di aver bocciato sonoramente ed aver bollato come non prioritarie le due misure economiche principali prese dall’esecutivo guidato da Giuseppe Conte: quota 100 e reddito di cittadinanza.

Per la Fornero le due leggi “non erano considerate una priorità dalla popolazione”. Affermazione che manda su tutte le furie quelli del M5S che, dal loro blog ufficiale, ribattono accusandola di essere “lontana anni luce dalle problematiche del Paese”.

Le dichiarazioni di Elsa Fornero su quota 100 e reddito di cittadinanza

L’ennesimo attacco di Elsa Fornero, ex Ministro del Lavoro del governo guidato da Mario Monti tra il 2011 e il 2013, alle misure economiche adottate dall’esecutivo gialloverde, arriva dal Festival del Lavoro di Milano, dove la professoressa ha partecipato in collegamento video sabato scorso.

La Fornero se la prende in particolare con le due leggi simbolo rispettivamente di Lega e M5S, quota 100 sulle pensioni e il reddito di cittadinanza per i più poveri. Secondo la donna “bisogna stabilire delle priorità” rispetto alle misure da inserire nella annuale legge di stabilità, visto che non si può certo avere tutto. La Fornero considera una “occasione persa” l’ultima legge di bilancio, perché al suo interno avrebbe contenuto dei provvedimenti che, a suo modo di vedere, non rappresenterebbero una “priorità per il Paese”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni M5S

La professoressa fa ovviamente riferimento a quota 100, che non crea occupazione, e al reddito di cittadinanza che vorrebbe contrastare giustamente la povertà ma con “modalità ambigue”. Insomma, a detta della Fornero le due leggi “non erano considerate delle priorità dalla popolazione”.

La risposta del M5S: ‘Lontana anni luce da problematiche del Paese’

Le dichiarazioni al vetriolo di Elsa Fornero contro quota 100 e reddito di cittadinanza, fanno bollire in pentola la rabbia pentastellata per circa due giorni.

Poi, sul blog ufficiale del M5S, lunedì 24 giugno appare un post dal titolo inequivocabile: ‘Reddito di cittadinanza e quota 100 non erano priorità? L’ennesima balla della Fornero’. Il Movimento si chiede polemicamente dove la Fornero trovi “il coraggio di affermare certe cose”. Una cosa assurda, infatti, rilasciare quelle dichiarazioni sui due provvedimenti. Il parere del M5S è che è chiaro che “non ha mai fatto un giro tra i cittadini” per sentire come la pensano.

Dunque, risulta abbastanza “evidente che lei è lontana anni luce dalle problematiche del Paese”. L’accusa viene ribaltata proprio contro il duo Monti-Fornero le cui priorità, invece, accusa il M5S, sono sempre state “tagliare i diritti e le pensioni agli italiani”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto