Secondo quanto riportato da Fanpage, il governo italiano sarebbe favorevole ad allentare ulteriormente le misure per prevenire il contagio da nuovo coronavirus. Infatti, da lunedì 18 maggio, oltre alla probabile riapertura di bar, ristoranti, barbieri, parrucchieri e centri estetici nella maggior parte d'Italia, potrebbero essere concessi gli spostamenti all'interno della propria regione di residenza senza nessun vincolo. Inoltre ci si potrebbe spostare nelle secondo case e rivedere gli amici. Se dovesse essere eliminato il vincolo per gli spostamenti, si potrebbe dunque andare a cena o a fare un aperitivo anche con gli amici, dal momento che dal prossimo lunedì 18 maggio dovrebbero riaprire pure bar e ristoranti.

Il governo deve emanare le linee guida per le riaperture

Tra le novità del prossimo decreto ministeriale, come anticipato sopra, potrebbero essere abolite le autocertificazioni per gli spostamenti all'interno della stessa regione. Invece, per quanto riguarda la mobilità tra regioni diverse bisognerà aspettare almeno fino al prossimo lunedì 1° giugno, ma tutto dipenderà come sempre dall'andamento dei contagi nei prossimi giorni.

Per quanto riguarda le riaperture delle attività commerciali, il governo entro giovedì 14 e venerdì 15 maggio dovrebbe stabilire le linee guida e regole generali per tutti, poi ci saranno differenziazioni territoriali da parte dei presidenti delle regioni a seconda della curva del contagio. Se ci dovesse essere un aumento della curva dei contagi, il governo interverrà per nuove chiusure.

Linee guida Inail e Iss per far ripartire bar, ristoranti e parrucchieri

Nel frattempo, sono arrivate le linee guida di Inail e dell'Istituto superiore di sanità che dettano le regole per far ripartire ristoranti, bar e parrucchieri, oltre che per sdraiarsi in spiaggia, a partire però dal 1° giugno. In particolare, per i bar e i ristoranti vale la disposizione della distanza di 2 metri tra i tavoli.

Ogni cliente dovrà avere a disposizione 4 metri quadri oppure ci dovranno essere dei divisori in plexiglass. Queste regole valgono per le colazioni, il pranzo e la cena, mentre i buffet saranno ancora vietati e si dovranno evitare, se possibile, i pagamenti in contanti. Infine, al ristorante si dovrà consultare il menù mediante un'app o una lavagna al muro.

Si potrà accedere al locale solo su prenotazione e rispettando i turni prestabiliti.

Anche per parrucchieri, barbieri e centri estetici varrà la regola dei due metri. In queste attività non basterà solo la prenotazione, ma bisognerà specificare il trattamento richiesto in modo tale da permettere al gestore dell'attività di organizzare opportunamente gli appuntamenti.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!