Governo al lavoro, in questi giorni, per mettere a punto il nuovo Dpcm da presentare al consiglio dei Ministri per poi passare in parlamento tramite il ministro della Salute Roberto Speranza e al presidente del Consiglio Giuseppe Conte per la firma.

Aumento dei casi da coronavirus, le misure di contenimento dei contagi previste

Tra le misure di contenimento dei contagi previste ci potrebbero essere la limitazione al numero di partecipanti alle feste private, le cerimonie e le nozze potrebbero essere a numero chiuso ed è contemplata anche la possibilità di una stretta alla movida con possibili chiusure di bar, ristoranti e locali alle ore 23 anche se Conte non sembra intenzionato a prendere in considerazione tale provvedimento.

Ipotesi dell'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto. Ribadito il divieto di assembramento per tutti limitando il numero di persone presenti a manifestazioni sportive, di intrattenimento e culturali a un massimo di mille se si tratta di luoghi aperti, come lo stadio, e 200 se si tratta di luoghi chiusi come palazzetti, teatri e cinema.

Incremento dei casi da Covid-19, proroga stato di emergenza sanitaria

Lo stato d'emergenza sanitaria potrebbe essere prorogato fino al 31 gennaio 2021 al fine di tenere sotto controllo ulteriori contagi da Coronavirus. È indetta una riunione tra Ministero della Pubblica Istruzione e l’Istituto superiore di sanità per analizzare i casi registrati nelle scuole che sono saliti a più di mille.

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina non sembra essere in ansia per il numero di studenti risultati positivi, che ritiene conseguenza dell'inizio del nuovo anno scolastico, ma sostiene che è necessario essere prudenti e adottare le regole del protocollo sanitario soprattutto fuori dall'ambiente scolastico affinché la scuola venga protetta.

Il primo vero bilancio sui contagi nelle scuole, ha dichiarato la ministra Lucia Azzolina durante un'intervista al quotidiano La Stampa, è previsto per la metà del mese di ottobre, all'incirca un mese dopo l’apertura della maggior parte degli istituti scolastici in Italia. A causa dei contagi giornalieri che sono saliti ieri a 2.578 casi, il governo sta lavorando affinché si possa evitare un nuovo lockdown che il nostro Paese non può ''permettersi'' di affrontare.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha parlato anche del settore sportivo sostenendo l'impossibilità di aumentare la soglia massima di mille spettatori negli stadi per il campionato di Serie A a causa, appunto, dell'aumento dei casi di positività al coronavirus registrati in questi giorni. Inoltre, il ministro assicura l'intenzione di non sospendere le attività didattiche malgrado i contagi registrati sui banchi di scuola.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!