Ha rischiato di morire sfracellato un uomo che, intorno a mezzogiorno, a Roma, mentre si lanciava sul treno per Montebello per evitare di perderlo, è rimasto incastrato nelle porte del vagone. Tra la paura e il terrore del resto dei passeggeri, l'uomo è rimasto appeso al vagone per gran parte del viaggio, con almeno metà del corpo che pendeva fuori dal treno che ha continuato, indisturbato, la sua corsa.

Piede e gamba erano incastrati nella porta del treno

Siamo alla stazione di Labaro, quartiere di Roma, quando, intorno a mezzogiorno, un uomo si rende conto che sta perdendo il treno che va a Montebello, percorrendo la linea Roma - Viterbo.

Il pendolare, per evitare di restare in attesa chissà per quanto tempo, si lancia verso il convoglio che sta chiudendo le proprie porte a soffietto prima di partire, e qui succede qualcosa di incredibile. L'uomo, infatti, resta con una parte di un avambraccio e un piede incastrati nella porta chiusa, e il conducente del mezzo di trasporto, non accortosi della situazione d'emergenza, è ripartito. I passeggeri non credevano ai loro occhi quando hanno visto quel viaggiatore rimasto incastrato e con quasi tutto il corpo appeso all'esterno del vagone. Per aiutarlo a non cadere e, soprattutto a non morire schiacciato dal peso del treno, gli altri pendolari hanno mantenuto con tutte le loro forze il malcapitato.

La testimonianza di un pendolare che ha filmato tutto

Simone Baglivo, uno dei presenti alla pericolosa scena dell'uomo appeso al treno, ha ripreso tutto e ha diffuso il video su facebook all'interno della pagina del Comitato pendolari Roma Nord.

I migliori video del giorno

Ha raccontato che, appena accortisi dell'incidente, gli altri passeggeri hanno subito provato a tirare il freno d'emergenza per fermare il treno, ma non ci sono riusciti perché le maniglie si sono staccate. Per fortuna, dopo vari tentativi, sono riusciti a bloccare il convoglio e il macchinista è corso ad aprire la porta con una chiave, per permettere al malcapitato, dopo essere rimasto per più di un minuto incastrato al treno, di entrare e mettersi in salvo. L'uomo era sotto shock per l'accaduto, ma per fortuna non ha riportato ferite gravi. Questo pericoloso episodio ha riaperto il dibattito sulla scarsità di servizi offerti ai pendolari di Roma e la mancanza di personale su questi convogli.