Dopo un mese dall'inaugurazione, il Nuovo Centro Congressi dell’EUR (Roma), conosciuto più comunemente come "La #nuvola di Fuksas", aprirà le porte al pubblico dall’8 all’11 dicembre dalle ore 9.00 alle 19.00.

A 8 anni dall’inizio dei lavori, oggetto di aspre critiche da parte dei cittadini per via degli elevatissimi costi (circa 300 milioni in totale e ben 12 revisioni nel cronoprogramma), il capolavoro di tecnica che prende il nome dal noto architetto che l’ha progettata sarà finalmente visitabile. La decisione è del Consiglio di Amministrazione di Eur spa, che intende valorizzare la Nuvola e renderla una vera e propria icona della Roma contemporanea.

Curiosità sulla Nuvola

Il Nuovo Centro Congressi si compone di tre elementi: la teca in vetro e acciaio che custodisce la struttura, la Nuvola e l’albergo a 4 stelle che ospiterà i congressisti. Il tutto in un ambiente all’avanguardia, con spazi modellabili grazie alle pareti mobili, un enorme telo in fibra di vetro a disegnare la Nuvola che le conferisce un aspetto “leggero” e interni rivestiti da pannelli in legno di ciliegio.

I numeri sono impressionanti: la capacità del Centro è di 8.000 persone, più precisamente 6.000 per le sale congressuali e oltre 1.700 nell’Auditorium, definito il “cuore scenografico” della Nuvola. Per la costruzione sono state utilizzate 20.000 tonnellate di acciaio, quasi il triplo di quelle utilizzate per la realizzazione della Tour Eiffel. L’hotel, invece, conta 439 stanze.Per il momento la Nuvola (inaugurata lo scorso ottobre) è in fase di collaudo; l’operatività è prevista per il 2017, ma si prevede che per raggiungere la piena attività si dovrà aspettare almeno il 2019.

I migliori video del giorno

Nel frattempo, sarà possibile visitare la struttura non solo grazie alle aperture straordinarie, ma anche tramite accredito ad eventi privati come quello di Audi che si terrà oggi (22 novembre) alle 19.30.

Per partecipare all’apertura dei giorni 8-9-10 e 11 dicembre sarà necessario seguire le indicazioni inserite nel sito web dedicato all’evento che sarà online dal 28 novembre. #Cultura Roma