È ormai alle porte l'arrivo della quarta molecola dedicata alla cura delle disfunzioni erettili. Si chiama Avanafil e appartiene agli inibitori delle fosfodiesterasi 5. Queste molecole permettono di mantenere una dilatazione dei corpi cavernosi, mantenendo attiva l'azione dell'ossido nitrico, e permettendo così una erezione più duratura ed efficace.

Gli effetti collaterali saranno ridotti, ma non dimentichiamo che chi è già in trattamento con nitroderivati potrebbe avere bruschi cali pressori con la sua assunzione.

Il problema della disfunzione erettile riguarda ormai circa 5 milioni di italiani.

Alla base possiamo trovare problemi metabolici quali il diabete e l'ipercolesterolemia, problemi di ipertensione, l'abitudine al fumo o problematiche neurogene. Ma sempre più spesso intervengono cause legate a problematiche psicogene e la presenza di sostanze "ormoni" da stress, inibenti il fenomeno della vasodilatazione.

Ecco quindi dalla parte dell'uomo la ricerca di un aiuto che favorisca una ererezione valida e soddisfacente. Spesso è utile chiedere consiglio al proprio andrologo di fiducia. Talvolta è molto utile la collaborazione con lo sessuologo clinico.

Le molecole come gli inibitori delle fosfodiesterasi 5, cui si associerà a breve l'avanafil, permettono spesso di superare i momenti di flop, rinforzando l'autostima e migliorando chiaramente anche il rapporto di coppia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Ricordiamo che anche in queste problematiche, come in molte altre patologie, la prevenzione gioca un ruolo importantissimo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto