La sensibilità agli alimenti è molto spesso la causa di un aumento di peso. Se pensiamo che ben l'80% delle persone in Occidente sono allergiche alla caseina e sempre più individui hanno una qualche forma di allergia per un breve periodo della vita, allora conviene porsi la domanda: sono intollerante? Alimenti di uso quotidiano come frumento, mais, latte, uova…ecc. sono i colpevoli più comuni. Tra i disturbi si riscontra gonfiore, mal di testa, depressione.

Pubblicità
Pubblicità

Chi di noi non ha provato almeno una volta nella vita una dieta e come mai le diete falliscono sempre? I migliori medici suggeriscono che il problema sia una sensibilità o intolleranza alimentare che porta a un aumento di peso.

Il problema dell'obesità ha raggiunto proporzioni endemiche e sempre più persone lottano per il raggiungimento del peso ideale. Le controversie, nel mondo scientifico, riguardo alle intolleranze alimentari sono numerose e non sono chiari neanche i meccanismi alla base dello sviluppo di questi disturbi.

Pubblicità

L'aumento della prevalenza di questa patologia è stato attribuito all'ambiente che promuove uno stile di vita sedentario e offre una grande varietà di alimenti ricchi di energia a prezzi accessibili. Tuttavia recenti studi hanno evidenziato interessanti correlazioni, mediate da citochine, tra allergie come l'asma e l'obesità. L'indagine pubblicata su Allergy è stata condotta dalla Tufts University School of Medicine di Boston. I ricercatori hanno dimostrato che un approccio terapeutico promettente potrebbe essere una combinazione di flavonoidi.

Test per la diagnosi

I test per la diagnosi delle intolleranze alimentari sono:

  • metodi diagnostici non convenzionali che comprendono test quali: VEGA test, test bioelettronici, kinesiologici e test citotossico. Nessuno di questi però rispetta i criteri di ripetibilità e riproducibilità necessari perché vengano accettati come validi e affidabili.
  • una metodica di laboratorio (Elisa) è una metodica ripetibile e riproducibile la cui validità conosce un consenso crescente da parte della letteratura medica specialistica.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto