Nuovo approfondimento sulla pressione arteriosa e il colesterolo. In questo articolo vi illustreremo gli alimenti da assumere consigliati e quelli invece da evitare. Un tema, quello della Salute del nostro organismo, costantemente tenuto sotto osservazione da parte della maggioranza degli italiani, specialmente negli ultimi anni. Nei giorni scorsi hanno fatto discutere le dichiarazioni di Marco Ioppi, presidente dell'Ordine dei medici di Trento, sul decreto del ministro della Salute Lorenzin. Tra le 'stranezze', sottolinea il dottor Ioppi, il costringere una persona sotto i 40 anni a rinunciare al test del colesterolo, con tutti i rischi che ne conseguono.

Sostanzialmente, si vieta l'accesso gratuito al test. Se poi, dopo aver compiuto 40 anni, si scopre, malauguratamente, di avere il colesterolo alto e un basso livello di colesterolo buono, il dottore non potrà sapere da quando il paziente è entrato all'interno della fascia a rischio cardiovascolare.

Se i valori di pressione massima sono stabilmente tra 120 e 139 mmHg e quelli della minima tra 80 e 89 mmHg, si parla di pre-ipertensione, un campanello d’allarme del rischio per lo sviluppo dell’ipertensione vera e propria. Quest’ultima è identificata da valori di massima maggiori o uguali a 140 mmHg e a valori di minima uguali o superiori a 90 mmHg. Tuttavia, nel caso di alcune categorie a rischio come ad esempio nei soggetti con diabete mellito è raccomandabile mantenere dei valori di pressione arteriosa più bassi. Scopri di piùgrazie ai consigli dei medici del Policlinico "A.Gemelli" con l'iniziativa Viaggio al Cuore del Problema, powered by Danacol.

Prenditi cura della tua salute!Inizia un viaggio informativo tra i 7 fattori di rischio cardiovascolare con i medici...

Posted by Danacol onThursday, 3 March 2016

Semaforo verde

Per chi ha il colesterolo alto e, allo stesso tempo, la pressione elevata, è consigliato mangiare frutta e verdura di stagione, che contengono, come è noto, molte vitamine e antiossidanti, oltre ad essere alimenti privi di grassi.

Via libera anche per il latte scremato e di soia: quest'ultimo aiuta anche a prevenire i tumori al seno. Sì alle carni bianche, come tacchino e pollo. Vengono 'accettate' anche le carni di maiale, purché siano epurate dal grasso. A chi piace il pesce, dovrebbe preferire salmone, tonno e trota, tutti e tre ricchi di omega3. Ultimo punto, non meno importante, riguarda il condimento: sì all'olio extravergine d'oliva, semaforo verde anche per miele e zucchero di canna naturale.

Stop

Sono diversi i cibi da evitare se si ha problemi di colesterolo e pressione. Tra questi si segnalano le carni grasse, gli insaccati, latte intero e yogurt, olio di palma e cocco, burro e formaggi. Bollino rosso, a sorpresa, anche per le uova, sebbene queste possano essere consumate, saltuariamente, 1-2 volte a settimana. Sconsigliati anche i cibi fritti - definiti, da molti, spazzatura - e le bevande alcoliche.

Moderare, infine, l'assunzione di caffè.

Segui la nostra pagina Facebook!