Inquinamento dell'aria nei luoghi chiusi, l'Istituto Superiore della Sanità ha pubblicato un breve vademecum sotto forma di opuscolo dal titolo "L'aria della nostra casa, come migliorarla?".

L’Istituto Superiore di Sanità ha formato nel 2010 il Gruppo di Studio Nazionale sull’Inquinamento Indoor con il coordinamento del dott. Gaetano Settimo con l’intento di fornire un’azione di supporto per permettere che Italia si adegui agli standard comunitari e per la promozione dell'attività di informazione finalizzata ad evitare i rischi che possono derivare da comportamenti che provocano inquinamento degli ambienti chiusi.

Pubblicità
Pubblicità

L'opuscolo in questione vuole essere una guida semplice e chiara per contrastare e prevenire gli agenti inquinanti che possono alterare le caratteristiche degli ambienti chiusi.

Nei nostri appartamenti e negli uffici sono presenti infatti numerose fonti di inquinanti dell'aria che possono essere un rischio per la nostra salute.

Pubblicità

I prodotti e le sostanze tossiche che possono essere nocive sono varie, come il classico fumo di sigaretta, i detersivi, le candele, gli incensi o le vernici.

Vediamo nel dettaglio alcuni accorgimenti suggeriti dal vademecum dell'ISS:

  • Non fumare in casa.
  • Un buon profumo NON è indicatore di pulizia.
  • Leggere sempre le etichette dei prodotti.
  • Non miscelare tra loro prodotti diversi.
  • Lavare tappezzerie e tende con regolarità.
  • Evitare temperature e tassi di umidità troppo alti.
  • Pulire i filtri dei condizionatori.

Questi sono dei semplici suggerimenti di base, poi ci sono molti altri accorgimenti da seguire, come limitare l'uso di insetticidi, porre attenzione ai prodotti usati negli interventi del Fai da te, e intensificare le pulizie ed il ricambio dell'aria in caso di presenza di animali domestici.

Questo opuscolo è stato redatto per fornire uno strumento di facile comprensione ai cittadini e soprattutto per rendere consapevoli del fatto che gli agenti inquinanti dannosi per la nostra salute non si trovano solamente nell'aria che respiriamo quando siamo in strada, ma spesso e volentieri, soprattutto a causa di incuria e disattenzione, si possono trovare in agguato anche nelle nostre abitazioni.

Per un'informazione più specifica e dettagliata è possibile andare nel sito istituzionale dell'Istituto Superiore della Sanità, dove è scaricabile questo opuscolo e dove si possono trovare anche molte altre informazioni sull'argomento.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto