Vi sono cavità piene di liquido intorno ai nostri organi e potrebbero avere un ruolo importante nella formazione del Cancro. Medici statunitensi hanno scoperto nel corpo umano una complessa rete che permea l'organismo. Si tratta di un tessuto intermedio che si trova sotto la pelle, ma che riveste anche i polmoni, il tratto digestivo e il tratto urinario. Tale rete di cavità contiene fluido e sinora non era stata scoperta perché si credeva di avere a che fare con un tessuto denso e non con delle cavità pieni di liquido.

I ricercatori statunitensi hanno pubblicato nella rivista "Scientific Reports" i loro studi. Il leader di studio di ricerca è Neil Theise che lavora al Monte Sinai Beth Israel Medical Center di New York.

Questa scoperta porterà grandi progressi nella cura del cancro

"Questa scoperta potrà portare enormi progressi nella medicina, perché i campioni di liquidi interstiziali diventeranno un importante strumento diagnostico", dice Neil Theise. Una scoperta che è stata fatta per caso, da endoscopie di routine, una procedura che prevede l'inserimento di una fotocamera sottile nel tratto gastrointestinale di una persona.

Le tecniche più recenti, laser-endoscopici, consentono ai medici di utilizzare questa procedura per ottenere una visione microscopica del tessuto all'interno dell'intestino di una persona con alcuni risultati sorprendenti.

I medici si aspettavano di scoprire che il dotto biliare è circondato da un muro di tessuto duro e denso, invece, hanno visto modelli strani e inspiegabili. Hanno portato le loro scoperte al patologo Neil Theise, che svolgendo ulteriori indagini su altri organi ha scoperto che si tratta di un tipo di fluido che si muove attraverso canali che sono ovunque nel corpo.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Salute Scienza

Una Rete di canali che essenzialmente formano un organo, che il team di ricercatori stima conterrebbe circa un quinto del volume totale di liquidi del corpo umano.

Cellule tumorali si muoverebbero lungo tale rete, arrivando al sistema linfatico

Se consideriamo tale rete come un organo, sarebbe uno dei più grandi del corpo e si sospetta che trasporti sostanze attraverso il corpo. Ma gli interstizi probabilmente svolgono diversi compiti a seconda dell'organo. Ad esempio, l'interfaccia nel tubo digerente è probabile che sia coinvolta sia nell'assorbimento delle sostanze nutrienti sia nella difesa contro le infezioni.

In altri casi agirebbero come ammortizzatori.

Ma i ricercatori sospettano soprattutto che le cellule tumorali si diffondano attraverso la rete che hanno scoperto. Quando il team degli specialisti ha esaminato campioni prelevati da persone con tumori invasivi, hanno trovato prove del fatto che le cellule tumorali dai loro tessuti originali venivano veicolati da questi canali, che li portavano direttamente al sistema linfatico. "Una volta entrati, è come se si trovino su uno scivolo d'acqua – hanno osservato – Adesso abbiamo una nuova finestra sul meccanismo di diffusione del tumore".

Analizzando il fluido in questi canali appena scoperti si potrebbe arrivare a una diagnosi precoce dei tumori.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto