Si stima che al momento siano circa 500 mila i bambini e gli adolescenti che stanno combattendo contro la sindrome influenzale. I sintomi più comuni di questa influenza sono mal di testa, malessere generale, spossatezza, mal di gola, tosse e raffreddore, tutti sintomi senza dubbio molto fastidiosi ma ben lontani da quelli causati dalla comune influenza. In un'intervista all'Adnkronos Italo Farnetani, docente della Libera Università di Malta, sostiene inoltre che l’incremento di questi sintomi avverrà verso la fine di ottobre e i primi giorni di novembre a causa dell’ormai inevitabile abbassamento delle temperature ma anche della minor possibilità di stare all’aria aperta, oltre che dal passaggio dall’ora legale a quella solare, situazione che causa un notevole stress per il nostro organismo facilitando quindi il proliferare delle infezioni.

A tal proposito il Ministero della Salute italiano ha quindi iniziato la propria campagna per la vaccinazione rivolta a sensibilizzare tutti gli italiani.

I destinatari della vaccinazione antinfluenzale

La vaccinazione antinfluenzale viene offerta in maniera gratuita da metà ottobre a fine dicembre per le categorie che vengono considerate maggiormente a rischio. In particolare i destinatari sono:

  • coloro che hanno al momento della vaccinazione un'età pari o superiore a 65 anni
  • bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi, adulti di età inferiore ai 65 anni con malattie che potrebbero aumentare il rischio di complicanze con l’influenza e anche i loro familiari
  • donatori di sangue
  • tutti coloro che lavorano in ambito a contatto con malati (medici, infermieri, personale di assistenza)
  • donne che si trovano in stato di gravidanza tra ottobre e dicembre
  • bambini e adolescenti a rischio di Sindrome di Reye in caso di influenza
  • chiunque sia ricoverato presso strutture per lungodegenti
  • alcune determinate categorie di lavoratori che si occupano di servizi pubblici di primario interesse collettivo
  • coloro che lavorano con animali

In ogni caso chiunque può fare la vaccinazione, seppur ad un prezzo che può variare dai 10 ai 20 euro.

Influenza: di cosa si tratta

L’influenza viene definita come una malattia infettiva causata da un virus e si riconosce dall’insorgere improvviso e rapido di sintomi quali febbre, malessere, raffreddore, mal di testa, dolori muscolari, tosse, mal di gola. Generalmente ha un decorso di 5-7 giorni e tende a guarire spontaneamente. Nonostante questo, quando ci si sente troppo male è possibile rivolgersi al medico in quanto ci sono molti modi per sentirsi meglio, anche se la cura migliore rimane la prevenzione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto