Da Andorra la Vella a Cortals d´Encamp, 6 GPM, forsela tappa più dura di questa Vuelta. Fin dai primi chilometri scatta la fuga di giornata con diversi corridori interessanti tra qui spicca su tutti il nome di Mikel Landa. Lo spagnolo dell’Astana sembra il più fresco di tutti i fuggitivi e infatti nel finale di corsa con un attacco secco stacca tutti e se ne va solitario verso la vittoria. Il gruppo dei migliori macina metri e riduce progressivamente lo svantaggio dai fuggitivi. Nonostante gli attacchi da dietro Landa conserva ancora un ottimo vantaggio sull’ultima salita e va a vincere in solitario davanti al compagno di squadra Fabio Aru.

Aru in maglia rossa

Mentre davanti Landa andava verso la vittoria, nel gruppo dei migliori si inizia a fare la corsa. E appena la velocità aumenta si vede subito chi è in difficoltà. Tra i primi a staccarsi c’è proprio la maglia rossa di Dumoulin insieme al combinano Chaves. Sull’ultima salita Aru fa un attacco secco e riescono a seguirlo solo Rodriguez e Moreno, quest’ultimo si metterà a tirare per il compagno fino all’arrivo. Si stacccano uno ad uno tuti gli altri big come Quintana, Valverde e Majka.

A circa 5 km dall’arrivo Aru fa un altro attacco e questa volta riesce a staccare la coppia della Katusha. Aru chiude così al secondo posto e grazie al vantaggio accumulato sui diretti avversari di classifica riesce a conquistare la maglia rossa per 27’’ su Rodriguez.

Froome alla deriva

Nel frattempo Chris Froome va alla deriva e arriva al traguardo con oltre 8 minuti di ritardo dal vincitore. Il britannico della Sky era caduto ad inizio e forse per questo è andata in crisi staccandosi fin dall’inizio della salita finale.

Un Froome che quindi è già costretto ad abbandonare i sogni di una doppietta Tour-Vuelta. Delusione anche per la Sky che aveva controllato la tappa tutto il giorno, ma nel finale è mancato purtroppo proprio il capitano. Sky che si consola comunque con il terzo del giovane Boswell, il miglior fuggitivo dopo Landa, e il 7° di Nieve che sarà il nuovo leader.

Delusione Movistar

Altri due corridori hanno deluso le aspettative della vigliga.

Parliamo della coppia della Movistar ovvero Alejandro Valverde e Nairo Quintana. Il primo arriva a 3’ 04’’ mentre il secondo addirittura a 4’ 19’’. Per entrambi la classifica generale si complica decisamente e ora dovranno inventarsi qualcosa nelle prossime tappe per cercare di sistemare la situazione.

Segui la nostra pagina Facebook!