La trasferta canadese del World Tour si è conclusa con il Gp Montreal, la seconda delle due classiche in programma. Dopo il successo di Michael Matthews nel primo appuntamento, il Gp Quebec, è stato Greg Van Avermaet a mettere la sua firma su questa corsa. Il campione olimpico ha scelto una gara d’attesa in un ultimo giro pirotecnico che ha portato allo scontro frontale Julian Alaphilippe e Peter Sagan. Il gruppetto dei migliori si è ricompattato nelle battute finali e Van Avermaet ha avuto la meglio su un convincente Diego Ulissi.

Montreal, Evenepoel prova a 60 km dall’arrivo

Il Gp Montreal, la seconda classica canadese del calendario World Tour, non ha deluso le attese. La corsa, su di un circuito costellato di strappi e saliscendi, è stata intensa e con tutti i campioni grandi protagonisti nel finale. La prima parte della corsa è stata contrassegnata da una fuga di cinque corridori: Guy Sagiv (Israel Cycling Academy), Ryan Anderson (Rally UHC Cycling), Matteo Dal-Cin (Rally UHC Cycling), Charles-Étienne Chrétien e Nick Zukowsky (Canada).

In gruppo la situazione è rimasta molto vivace: Remco Evenepoel (Deceuninck) ha cercato un assolo già a 60 km dall’arrivo, ma è stato presto raggiunto. Anche un altro tentativo con Polanc (UAE), Vanmarcke (EF) e Impey (Mitchelton) è stato annullato finchè la fuga iniziale è stata riassorbita con Zukowski che si è arreso per ultimo.

Alaphilippe e Sagan pronti ai Mondiali

L’ultimo giro sul movimentato tracciato di Montreal ha regalato grande spettacolo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Sulla salita più difficile Nans Peters (AG2R) ha forzato il ritmo riuscendo a portare via un gruppetto con una ventina di corridori. Nibali (Team Bahrain) ha provato a mettersi nella mischia, ma nella seconda parte dell’ascesa ha dovuto calare la sua andatura ed è rimasto tagliato fuori. Da questo gruppetto è poi partito Benoit Cosnefroy (AG2R).

In un finale entusiasmante Wellens (Lotto Soudal) si è portato all’inseguimento con Mas (Deceuninck Quickstep), ed anche Peter Sagan (Bora hansgrohe) è entrato in azione personalmente per ricucire lo strappo.

A dare un’ulteriore svolta è arrivato Julian Alaphilippe (Deceuninck Quickstep) con una stoccata delle sue. Il francese si è riportato su Cosnefroy, con Sagan scatenato nel guidare l’inseguimento. Sul rettilineo finale la situazione si è ricompattata favorendo quei corridori rimasti fin lì passivi.

Diego Ulissi (UAE) ha allora lanciato la sua volata con Greg Van Avermaet (CCC) a ruota. Il campione olimpico ha fatto valere il suo spunto e la sua classe andando a vincere ad oltre quattro mesi dall’ultimo successo, ottenuto al Tour de Yorkshire.

Garcia Cortina (Team Bahrein) ha completato il podio dietro a Ulissi, con Wellens quarto davanti a Valgren e Sbaragli. Sagan, stanco dopo l’intenso sforzo dell’ultimo giro, è arrivato in coda al primo gruppo, ma sia lui che Alaphilippe hanno dato ottime conferme in prospettiva iridata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto