Dal ritiro spagnolo di Alicante, la Jumbo Visma sta muovendo i primi passi verso la stagione 2021 del Ciclismo professionistico. Dopo un anno segnato da grandi vittorie, dalla Milano Sanremo alla Vuelta Espana, ma anche dalla delusione di aver perso il Tour de France all’ultima tappa, la squadra olandese cercherà di compiere quel passo che manca per mettere le mani anche sul successo più prestigioso. In Spagna la Jumbo ha affittato un intero hotel per ridurre i rischi di contagio, organizzando qui anche la presentazione ufficiale del team. All’evento hanno presenziato tutti i corridori, ma non il capitano Primoz Roglic, costretto a rimanere nella sua casa di Monaco e ad intervenire in modalità smart.

Roglic, debutto programmato alla Parigi-Nizza

Roglic è il grande assente in questo primo ritiro stagionale della Jumbo Visma. Il vincitore della Vuelta Espana ha avuto un caso di Covid-19 nella sua famiglia e per questo è rimasto isolato nella sua casa di Monaco. La squadra ha spiegato che difficilmente il campione sloveno sarà in grado di raggiungere Alicante prima della conclusione di questo ritiro e che quindi il suo primo contatto con i compagni dovrebbe avvenire nello stage programmato a Tenerife per il mese di febbraio.

Questo contrattempo non modificherà però il calendario di corse che la Jumbo Visma e Roglic avevano già preparato, anche perché il debutto stagionale del corridore sloveno era stato previsto molto in là, alla Parigi Nizza, in programma dal 7 al 14 marzo.

Gli altri punti fermi di un calendario ancora da definire in alcune parti, sono la presenza all’Amstel Gold Race, alla Freccia Vallone e alla Liegi Bastogne Liegi. “Poi farò uno stage in altura, forse qualche ricognizione e dopo il Tour sicuramente le Olimpiadi. Anche questo è un grande obiettivo, arriva ogni quattro anni. La corsa su strada è piuttosto impegnativa e penso che sarà bello esserci”, ha dichiarato Primoz Roglic intervenendo alla presentazione della Jumbo Visma.

Al Tour con il tridente

Una delle notizie più interessanti emerse durante la presentazione della squadra olandese è stata la conferma della presenza di Primoz Roglic, Tom Dumoulin e Steven Kruijswijk al Tour de France. Già nella scorsa edizione la Jumbo Visma aveva progettato di prendere il via con questo tridente delle meraviglie, ma l’infortunio occorso a Kruijswijk durante il Delfinato costrinse a rivedere i piani.

La Jumbo si presentò al via del Tour con i soli Roglic e Dumoulin, e quest’ultimo fu presto sacrificato in un ruolo di gregario del corridore sloveno.

Questa strategia non si rivelò fortunata e il team olandese sembra aver imparato da quella lezione. Stavolta Roglic inizierà il Tour da numero uno della squadra, ma Dumoulin e Kruijswijk avranno un ruolo diverso e più aperto all’iniziativa personale, un modo per stanare gli avversari e cercare di approfittare della forza complessiva dell’organico a disposizione. “Primoz negli ultimi anni è stato il miglior corridore del mondo. Sarà il nostro leader, io e Steven saremo dei leader ombra, poi tutto dipende da come andrà la corsa. Non abbiamo necessariamente in piano chiaro di puntare solo su Roglic, ma sicuramente è il nostro uomo principale”, ha dichiarato Dumoulin.

“Come ha detto Tom dobbiamo spingere gli altri a fare altre cose”, ha confermato Roglic nel suo intervento. “Si spera che non sia di nuovo tutto su di me, altrimenti tutti hanno un solo uomo da controllare. Invece se Tom e Steven attaccano gli altri devono muoversi, dobbiamo essere bravi a portare la corsa nella nostra direzione”, ha commentato il vincitore della Vuelta Espana.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!