Grande spettacolo alla Volta Catalunya nella terza tappa, quella con l’atteso arrivo in salita a Vallter 2000. La scalata finale è stata un susseguirsi di scatti ed emozioni, da primo tentativo portato dall’eterno Alejandro Valverde fino alla stoccata vincente di Adam Yates. Il britannico della Ineos si è tolto di ruota l’ex iridato e Sepp Kuss negli ultimi due chilometri, gestendo poi il bel tentativo di rimonta di Esteban Chaves. Yates ha conquistato così la vittoria di tappa e la leadership della classifica generale, togliendo la maglia a Joao Almeida.

Volta Catalunya, subito battaglia sulla salita finale

La terza tappa della Volta Catalunya era uno dei momenti più attesi di questa settimana di corsa in terra iberica, proponendo l’arrivo in salita a Vallter 2000, un’ascesa di 11 km al 7-8%.

La corsa è andata via tranquilla fino ai piedi della salita, con una fuga di dieci corridori che non ha mai impensierito davvero il gruppo dei più forti, condotto dalla Deceuninck Quickstep di Joao Almeida, leader della classifica generale.

A proporsi all’attacco sono stati Francisco Galvan, Alexander Kamp, Sean Bennett, Clement Venturini, Thomas Champion, Reinardt Janse van Rensburg, Antonio Jesus Soto, Colin Joyce, Thymen Arensman e Alexander Evans. I battistrada si sono poi selezionati fin dalle prime battute della lunga salita a Vallter 2000, mentre in gruppo è stata la Ineos a prendere decisamente in mano la situazione.

La fila degli uomini dello squadrone britannico è stata però subito spezzata da un primo attacco di Alejandro Valverde. L’ex iridato è partito con decisione innescando una raffica di contrattacchi che hanno coinvolto anche Simon Yates, Carapaz e Ciccone, ed hanno aperto una corsa diversa da quella che la Ineos stava preparando.

Tappa e maglia per Adam Yates

Valverde, oggi in grande spolvero, ha attaccato ancora, riuscendo stavolta a guadagnare un po’ di terreno. Il murciano è stato quindi raggiunto dal suo ex compagno, amico – rivale, Nairo Quintana, ma la strana coppia non è riuscita a fare il vuoto. Il gruppo ha infatti reagito, prima con il ritmo imposto da un ottimo Masnada per il suo leader Almeida, e poi soprattutto con una violenta accelerata portata da Adam Yates con Sepp Kuss a ruota. I due scalatori si sono riportati in breve su Valverde e Quintana, che ha sorprendentemente ceduto. In questa fase è stato raggiunto e staccato anche l’ultimo fuggitivo rimasto al comando, Arensman.

Dal gruppo sono poi partiti una serie di contrattacchi, tra i quali si è rivelato particolarmente efficace quello di Esteban Chaves.

Ad un paio di chilometri dalla vetta Adam Yates ha assestato il colpo del KO con un nuovo violento cambio di ritmo. Il britannico della Ineos è così andato a vincere la tappa, come già era riuscito a fare due anni fa su questo stesso traguardo. Da dietro è risalito Chaves, che nel finale ha superato Valverde per la seconda piazza. Geraint Thomas ha quindi completato il successo della Ineos con un bella progressione nel finale, con cui ha raggiunto e superato Kuss e staccato di qualche secondo Almeida. Da segnalare anche un buon decimo posto di Ciccone.

La nuova classifica vede ora al comando Adam Yates con 45’’ su Richie Porte e 50’’ su Joao Almeida.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!