Il Canone Rai è una delle tasse, o meglio imposte, maggiormente mal digerite dagli italiani, ma a quanto pare, almeno secondo la tv di stato, molte famiglie hanno trovato il sistema di aggirare l’ostacolo ed evadere la tassa attraverso Sky. Sia ben chiaro, il satellitare non esonera dal pagamento del Canone Rai, essendo questa un’imposta, ossia una sorta di tassa di possesso del televisore, o meglio di qualsiasi apparecchio audio visivo.

È infatti possibile vedere la tv anche da pc, tablet e smartphone, quindi chi è in possesso di questi apparecchi deve pagarne il canone. La polemica però si sostanzia sul fatto che secondo i dirigenti di Piazza Mazzini le famiglie abbonate a Sky sarebbero uno dei gruppi maggiori di evasione fiscale.

Secondo le stime Rai, sono circa 5 milioni gli italiani che vedono la tv satellitare di Murdoch, e oltre 2 milioni quelli che non pagherebbero il canone Rai.

Rai vs Sky

Sembra quasi che le due reti televisive siano in guerra a lanciarsi continui botta e risposta. Sappiamo infatti che la Rai cripta molti programmi del proprio palinsesto, in particolare quelli sportivi, cioè quelli solitamente più seguiti dagli italiani, in tal modo costringe gli utenti a possedere anche un decoder digitale terrestre, invogliando in un certo senso il passaggio alla concorrenziale Mediaset Premium.

Da par suo Sky sta cercando di aggirare questo pesante inconveniente del criptaggio satellitare con una pennetta usb da inserire nel decoder dei propri abbonati per permettergli di vedere i programmi criptati dalla Rai.

I migliori video del giorno

Secondo la tv di stato tale procedimento è scorretto, e la polemica quindi continua. La Rai ha dunque proposto un accordo a Sky per siglare la nuova pace: collaborare, ma in che modo? La tv di stato chiede alla rete satellitare di fornire loro i dati degli abbonati in modo da poterli stanare ed accusare di evasione del canone Rai. Immediata la risposta dei diigenti Sky, i quali hanno ribadito il diritto alla privacy dei propri utenti. Nessuna collaborazione dunque. A quanto pare è guerra aperta.