La Mini-#imu per il 2014 scadrà il 24 Gennaio e il mancato pagamento prevede sia sanzioni sia altri tipi di inconvenienti ai quali andranno incontro tutti i contribuenti che non rispetteranno la scadenza prevista. Quella del mancato pagamento, tra l’altro, è un ipotesi che verosimilmente potrebbe verificarsi, soprattutto in periodi in cui le tasse si concentrano appesantendo il clima già negativo per via della crisi economica.

Mini-Imu 2014: sanzioni e inconvenienti per chi non paga.

Vediamo quali sono le sanzioni e gli inconvenienti per chi non paga nei tempi, ricordando che non è prevista la possibilità di differimento.

  • Interessi e spese di notifica, per la notifica degli accertamenti
  • Sanzione pari al 2% dell’importo dovuto, per ogni giorno di ritardo, fino a 15 giorni
  • Sanzione fissa pari al 30%, se il ritardo supera i 15 giorni
  • Possibilità per i comuni di promuovere accertamenti, anche se gli importi dovuti risultano inferiori a 30 euro

Mini-Imu 2014, sanzioni e inconvenienti: il ravvedimento operoso

Per migliorare la situazione sulle possibili sanzioni della Mini-Imu, in caso di ritardo, esiste la possibilità di ricorrere al ravvedimento operoso che permette di ridurre a un decimo le percentuali sanzionatorie previste, se l’accorgimento viene esercitato entro trenta giorni dalla scadenza.

Comunque la situazione resta complessa, infatti a pochi giorni dalla scadenza i centri di assistenza fiscale sono stati impegnatissimi a fornire chiarimenti su come calcolare la rata, che colpirà quasi 2400 comuni e 10 milioni di contribuenti, chiamati a pagare, in media, una rata di 42 euro.