La scadenza ufficiale è ormai passata da un mese ma sui canali Rai continuano ad andare in onda gli spot promozionali che invitano i telespettatori a pagare il canone tv: questo perché è ancora del tutto possibile mettersi in regola e saldare l'abbonamento alla televisione pubblica, sebbene il ritardo comporti il versamento di una somma aggiuntiva relativa alla sanzione. Ora che la scadenza del 28 febbraio è arrivata, andiamo a vedere quali sono le multe per chi effettuerà il pagamento nei prossimi giorni. Ricordiamo che la somma da versare, al netto delle sanzioni, è di 113,50 euro.

Canone Rai 2014: come mettersi in regola 

In queste ultime ore è possibile ancora pagare il canone con una sanzione ridotta: entro il 28 febbraio è infatti possibile effettuare il saldo dell'abbonamento Rai 2014 con una maggiorazione di 4,47, ammontare relativo al pagamento entro 30 giorni dalla scadenza.

Per chi invece non riuscirà a rientrare in questo termine, sarà costretto a vedersi maggiorato l'importo totale di 8,94 euro: si tratta pertanto di cifre del tutto che danno la possibilità ai contribuenti, parafrasando lo spot Rai, di 'essere ritardatari, non evasori'.

Canone Rai 2014: le indicazioni sulle modalità di pagamento  

Come effettuare il pagamento del Canone Rai 2014? Le indicazioni sono le stesse seguite da chi era in ritardo sulla scadenza del 31 gennaio: basta pagare un bollettino di conto corrente postale da intestare all'Agenzia delle Entrate Dip. I Uff. Terr. TO 1 Sat. per il recupero dei canoni di abbonamento della televisione. Diversa sarà la situazione per chi effettuerà il pagamento con 6 mesi di ritardo: in quel caso si dovranno versare anche gli interessi di mora, pari all'1% per ogni semestre di ritardo.

I migliori video del giorno

#Canone Rai